Lucy Charles e Ben Hoffman dominano l’Ironman South Africa. Tra i top 10 Federica De Nicola e Giulio Molinari

Lucy Charles e Ben Hoffman dominano l’Ironman South Africa. Tra i top 10 Federica De Nicola e Giulio Molinari

L’Ironman African Championship South Africa si è corso domenica 7 aprile 2019. A vincere sono stati la britannica Lucy Charles e lo statunitense Ben Hoffman.

Tre gli italiani PRO in gara: Federica De Nicola (8^), Giulio Molinari (10°) e Alessandro Degasperi che ha deciso di ritirarsi.

Un deja vu. L’Ironman African Championship South Africa, domenica 7 aprile 2019, ha premiato due facce note da quelle parti: Lucy Charles, per la seconda volta sul gradino più alto del podio dopo lo scorso anno, e Ben Hoffman, che ha brindato alla terza vittoria dopo quelle del 2016 e 2017.

La giornata per i triatleti al via non è stata delle più facili, a cominciare dalle condizioni del mare che hanno spinto gli organizzatori ad accorciare la frazione in acqua portandola da 3.8K a 1.6K. Canonici invece i chilometraggi di ciclismo (180K) e corsa (42.2K), seppur resi ancora più difficoltosi dalle forti raffiche di vento.

IL TERZO SIGILLO DI BEN HOFFMAN

A uscire per primo dall’acqua, come da previsioni, è stato l’australiano Josh Amberger, seguito a circa un minuto da un gruppo che comprendeva i tedeschi Nils Frommhold e Maurice Clavel, e Ben Hoffman, al suo rientro alle gare dopo la frattura da stress che gli ha proibito di essere al via dell’Ironman Hawaii World Championship 2018.

Lo statunitense ha guadagnato la leadership della gara all’inizio della prova in sella. La sua non è stata una “cavalcata” solitaria: a pochi minuti da lui pedalavano Clavel, Frommhold, Amberger, lo spagnolo Eneko Llanos, l’australiano Tim Van Berkel e l’italiano Giulio Molinari.

Hoffman è entrato in T2 per primo e ha iniziato la maratona 1:30 prima dei diretti avversari. Durante i 42.2K finali lo statunitense ha aumentato ritmo e vantaggio, tagliando il traguardo da vincitore dopo 7:34:20. Frommhold (7:40:12) è giunto secondo, l’austriaco Michael Weiss (7:42:35) terzo.

Lo statunitense Ben Hoffman è il più veloce all’Ironman African Championship South Africa 2019.

LA GRINTA DI LUCY CHARLES

Lucy Charles è uscita per prima dall’acqua tallonata dalla statunitense Lauren Brandon. Come da pronostico, quindi, visto che si tratta delle due migliori nuotatrici del mondo del triathlon.

La gara però non è stata un assolo della britannica: nella frazione ciclistica, a dare filo da torcere alle leader, ci ha pensato la tedesca Anja Ippach, che è arrivata a contare su un vantaggio di tre minuti sulle due battistrada.

Charles ha, prima della fine dei 180K di ciclismo, ripreso la testa della corsa andando a imporsi con il tempo di 8:35:32, davanti alla spagnola Gurutze Frades (8:40:47), autrice di un’ottima rimonta in maratona, e alla sudafricana Annah Watkinson (8:43:19).

CLASSIFICHE COMPLETE

Federica De Nicola si ritiene soddisfatta della sua prestazione all'Ironman African Championship South Africa 2019.
Federica De Nicola si ritiene soddisfatta della sua prestazione all’Ironman African Championship South Africa 2019.

LA TOP 10 DI FEDERICA DE NICOLA E GIULIO MOLINARI

Federica De Nicola ha tagliato il traguardo dopo 9:23:10, assicurandosi l’ottava posizione:

“Non posso dire di non essere contenta della mia gara, dato che tutto ciò che avevo l’ho lasciato sul campo. Ovviamente non c’è una giornata perfetta, ma penso che arriveranno giorni migliori in attesa che la competizione rispecchi davvero il duro lavoro che stiamo facendo.
La gara è stata difficilissima con una nuotata accorciata, 50K/ h di vento e impegnativi percorsi in bici e corsa. L’organizzazione e il numeroso pubblico hanno comunque compensato ogni fatica”.

Giulio Molinari ha chiuso al 10° posto in 8:02:13:

“Come esordio stagionale è stata una prestazione solida senza infamia e senza lode. Sicuramente ambivo a un risultato più “pesante”. È stata una gara veramente tirata, soprattutto in bici e con il nuoto accorciato a 1.6K sono cambiati un po’ di equilibri.
Sono un po’ amareggiato per gli ultimi 30K di bici dove ho faticato parecchio e non sono riuscito a tenere il passo dei migliori. Era ovvio che essendo la prima gara della stagione mi mancasse un po’ di ritmo gara. Sono comunque soddisfatto delle sensazioni avute, sono state la conferma del lavoro invernale.
Torno a casa con tante informazioni importanti per continuare la mia stagione 2019. Mi sono già rimesso al lavoro perché la strada sono sicuro sarà in salita, contro vento ma io voglio arrivare in cima!”.

Giulio Molinari definisce il suo esordio stagionale all’Ironman African Championship South Africa 2019 come una prestazione solida senza infamia e senza lode.

IL RITIRO DI ALESSANDRO DEGASPERI

Alessandro Degasperi ha deciso di ritirarsi durante la frazione di ciclismo, dopo che su una salita leggera si è trovato a 7/8M da David McNamee e prontamente gli è stata assegnata una penalty.

Le nuove norme che regolano la qualifica all’Ironman Hawaii World Championship non ammettono il men che minimo errore: sono slot dirette assegnate ai primi classificati.

Essere fuori dalle posizioni che contano ha “pesato” su Degasperi che ha preferito finire la bici e correre un tratto di maratona come allenamento in vista dei prossimi appuntamenti, il 6 maggio il Mondiale di triathlon lungo a Pontevedra (Spagna), il 25 maggio l’Ironman Lanzarote e il 7 luglio il Challenge Roth:

“Mi mancava comunque un po’ di ritmo gara, e non potrei dire cosa sarei stato in grado di fare oggi, con questi partenti e con queste condizioni! Complimenti davvero a tutti i finisher, e un pensiero alle famiglie dei due atleti che, ahimè, hanno perso la vita oggi in mare. Questi sono i veri drammi! Non una gara andata bene o male…”

LA TRAGEDIA: DUE ATLETI MUOIONO DURANTE LA GARA

Leon Stanvliet (62 anni) e Andre Trichardt (57) hanno perso la vita durante l’Ironman African Championship South Africa. Entrambi sono stati colpiti da attacco cardiaco e forti convulsioni nel corso della frazione natatoria. Soccorsi, sono stati trasportati in ospedale, dove però i medici non sono riusciti a rianimarli.

Questo il comunicato stampa degli organizzatori:

E’ con grande tristezza che confermiamo la morte di due atleti Age Group all’Ironman African Championship South Africa. Entrambi gli atleti hanno richiesto assistenza medica durante la frazione di nuoto e sono stati trasportati al più vicino ospedale dove sono stati assistiti prontamente.
Le nostre condoglianze vanno alle famiglie e agli amici di entrambi, che continueremo a supportare.
Stiamo lavorando con le autorità locali per raccogliere tutti i dettagli e continueremo a fare tutto il possibile per garantire la sicurezza degli atleti.


Perché... #ioTRIamo!


SONO ARRIVATE LE NUOVE TRI-SHIRT,

CANOTTE E FELPE TARGATE FCZ STYLE!


ENTRA NELLO SHOP FCZ E SCEGLI IL MODELLO,

IL COLORE E LA SCRITTA CHE PREFERISCI!

TRI-SHIRT




About The Author

Barbara Cologni

Giornalista, nella sua vita ha sempre mosso un dito (per scrivere), ma mai un passo. Fino al 2013, quando, allenata da Daniel Fontana, ha tagliato il traguardo della sua prima mezza maratona, a Londra. Con il triathlon non è stato amore a prima vista, ma da qualche tempo, sui campi gara, in redazione e agli eventi, più di una persona l’ha sentita pronunciare il fatidico: #ioTRIamo!

Rispondi

Offerte TRISHOP

Archivi

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: