ITU Paratriathlon World Cup 2019: per Federico Sicura e Daniel Hofer la “prima” è da medaglia!

ITU Paratriathlon World Cup 2019: per Federico Sicura e Daniel Hofer la “prima” è da medaglia!

La prima tappa dell’ITU Paratriathlon World Cup è di bronzo per l’azzurro Federico Sicura (Zerotrenta Triathlon) e la sua guida Daniel Hofer (Venus Fitness & Wellness).

Rita Cuccuru (Woman Triathlon Italia), l’altra italiana in gara, ha chiuso in quarta posizione.

Si è corso a Devenport, in Australia, sabato 2 marzo sulla distanza sprint.

Alziamo i calici e brindiamo perché la “prima” di Federico Sicura (Zerotrenta Triathlon) con la sua nuova guida Daniel Hofer (Venus Fitness & Wellness) vale una medaglia di bronzo.

A Devonport, in Australia, sabato 2 marzo, nella tappa inaugurale dell’ITU Paratriathlon World Cup 2019, disputata sulla distanza sprint (0.750K di nuoto, 20K di ciclismo e 5K di corsa), i due azzurri sono saliti sul terzo gradino del podio nella categoria PTVI.


(dal sito fitri.it)

«Sono molto contento del risultato di oggi, è un punto di partenza importante per questo nuovo progetto che ho iniziato insieme a guide veramente importanti, di livello internazionale. Ringrazio la mia società, la Zerotrenta Triathlon, e il mio allenatore che in poco tempo mi ha fatto crescere molto. Inoltre voglio ricordare e condividere questo risultato con tutti coloro che mi sostengono nel quotidiano, dai coach, alle guide, alla famiglia.»
Federico Sicura


La Zerotrenta Triathlon, come ha ricordato Sicura, è da sempre al suo fianco e ha affidato al suo responsabile della sezione Paratriathlon, Daniele Arcari, il commento sull’ottima prestazione in CoppaMondo.

Arcari sulla sua pagina Facebook ha scritto:

«Il cielo è Zeroazzurro in Tasmania. Grande terzo posto del nostro Federico Sicura con turbo/guida Daniel Hofer. Grazie alla sua giovane/vecchia guida ed allenatore Tito Tiberti, che l’ha lasciato nelle buonissime mani “olimpiche “di Simone Biava, grazie al lavoro delle altre vecchie guide Paolo Acanfora, Eric Contini e soprattutto Marco Corti (colui che con Fede “mangia il pane quotidiano), all’altra nuova guida Ivan Risti, insieme al nostro istruttore di nuoto Ernesto Giacomini, e al prezioso aiuto dello scorso anno di Santa Antonella da Padova (in effetti è una santa donna per la passione che ha con gli atleti e le persone “diversamente abili”). Grazie anche alla FiTri e al direttore tecnico Mattia Cambi,  che hanno potuto mettere a frutto nei numerosi raduni di Peschiera del Garda l’ottimo lavoro già impostato dalla Zerotrenta Triathlon e da un Federico sempre più motivato e consapevole dei suoi mezzi».


Emozionato anche Daniel Hofer, che proprio alla vigilia della competizione ha dichiarato attraverso i suoi canali social:

«A novembre 2018 Mattia Cambi mi ha chiesto se me la sentivo di fare la guida a un atleta del paratriathlon. Ho pensato di essere molto fortunato nella vita e vedere le cose sempre in modo positivo e che questo era un bel progetto! Senza pensarci ho detto di sì, sperando di dare il mio contributo a questa nuova famiglia insieme a Ivan Risti. Tutto quello che posso dire in questi due mesi di lavoro è che ho imparato molto di più di quello che ho potuto insegnare! Sarò insieme a Ivan la guida di FedericoSicura sperando che lui possa andare alle Olimpiadi di Tokyo 2020».


Federico Sicura e la sua guida Daniel Hofer sono medaglia di bronzo cat. PTVI nella prima tappa dell'ITU Paratriathlon World Cup 2019, corsa a Devonport (Australia).

Federico Sicura e la sua guida Daniel Hofer sono medaglia di bronzo cat. PTVI nella prima tappa dell’ITU Paratriathlon World Cup 2019, corsa a Devonport (Australia).


Rita Cucurru (Woman Triathlon Italia), l’altra italiana in gara, ha chiuso al quarto posto nella categoria PTWC:

(dal sito fitri.it)

«Sono entusiasta del mio rientro alle gare internazionali. Ho avuto buone sensazioni in gara, pur consapevole che ci siano ancora molti aspetti su cui lavorare: sono sicura che posso migliorare. Gareggiare con le avversarie australiane prima e terza al Mondiale dello scorso anno e la new entry tedesca, decisamente competitiva, è stato molto utile per poter avere dei riferimenti sulle prossime gare».


(dal sito fitri.it)

«Oggi è stata la prima gara della stagione, ci siamo potuti confrontare con atleti di livello e abbiamo raccolto buoni riferimenti per il prosieguo del nostro lavoro in vista dei prossimi impegni internazionali. Sono soddisfatto di come gli atleti si sono avvicinati all’evento e di come si sono comportati in gara, dove hanno dato tutto. Con questo primo impegno agonistico si chiude il primo capitolo di una lunga stagione: il percorso sarà impegnativo e ogni gara sarà importante per la qualificazione olimpica. Un doveroso ringraziamento va alle società, Zerotrenta Triathlon e Woman Triathlon Italia, e al prezioso lavoro che nel quotidiano svolgono a supporto degli atleti, i club svolgono un ruolo fondamentale in questo percorso insieme ovviamente ai tecnici individuali degli atleti come Simone Biava che da alcuni mesi sta coordinando il lavoro di Federico Sicura. Infine, ma non per importanza, devo citare le guide Daniel Hofer e Ivan Risti per la disponibilità che ci hanno dato a supportare l’atleta ipovedente.»
Mattia Cambi, Direttore Tecnico Settore Paratriathlon FiTri


CLASSIFICHE COMPLETE


Triathlon Show Italy 22-24 marzo 2019

Dal 22 al 24 marzo, workshop, allenamenti, spettacolo e 4 appuntamenti imperdibili!
Triathlon Crono, Duathlon Kids, 10K e 5K Run e… il 7° Gala del Triathlon! ISCRIVITI!

Perché... #ioTRIamo!




About The Author

Barbara Cologni

Giornalista, nella sua vita ha sempre mosso un dito (per scrivere), ma mai un passo. Fino al 2013, quando, allenata da Daniel Fontana, ha tagliato il traguardo della sua prima mezza maratona, a Londra. Con il triathlon non è stato amore a prima vista, ma da qualche tempo, sui campi gara, in redazione e agli eventi, più di una persona l’ha sentita pronunciare il fatidico: #ioTRIamo!

Rispondi

Offerte TRISHOP

Archivi

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: