L’Italia è d’oro e d’argento agli Europei di winter triathlon: Lamastra è secondo tra gli Elite, Saravalle e Avondetto primi tra U23 e Junior

L’Italia è d’oro e d’argento agli Europei di winter triathlon: Lamastra è secondo tra gli Elite, Saravalle e Avondetto primi tra U23 e Junior

Nella prima giornata degli Europei di winter triathlon 2019, a Cheile Gradistei, in Romania, gli azzurri hanno vinto tre medaglie: Giuseppe Lamastra (Trisports.it) è argento tra gli Elite, i suoi compagni di squadra Alessandro Saravalle e Simone Avondetto sono oro tra gli U23 e gli Junior.

Si sono laureati campioni continentali i russi Daria Rogozina e Dmitriy Bregeda.

Gli Europei di winter triathlon hanno regalato una prima giornata di un azzurro intenso. Sabato 23 febbraio 2019, a Cheile Gradistei, in Romania, in una giornata dalle temperature molto rigide (- 10° C), nella gara riservata agli Elite Giuseppe “Pippo” Lamastra ha saputo interpretare una gara egregia che gli ha regalato la medaglia d’argento, dietro al nuovo campione continentale, il russo Dmitriy Bregeda.

Lamastra è giunto al traguardo dopo 1:02:38, mentre Bregeda ha terminato in 1:01:55. Il connazionale del vincitore, Pavel Yakimov, si è messo al collo il bronzo, chiudendo la sua fatica in 1:03:02.

Partito bene a piedi, l’azzurro è riuscito a esprimersi al meglio nella frazione in mountain bike, pur non essendo la sua preferita e trovandosi di fronte un tracciato molto tecnico per poi giocarsi una piazzamento importante nell’ultima frazione di gara.


(dal sito fitri.it)

«Sono davvero contentissimo, finalmente sono riuscito ad arrivare sul podio, ci tenevo tantissimo – dice un raggiante Giuseppe Lamastra dopo il traguardo – Amo questa gara in maniera particolare: qui sul circuito di Cheile Gradistei vinsi una prova di Coppa Europa e lo scorso anno tagliai il traguardo al 5° posto nella gara per il titolo mondiale, ma quest’anno sono riuscito a centrare la medaglia agli Europei. Ho iniziato con una buona frazione di corsa – spiega il valdostano – poi sono riuscito a piazzare una super frazione in bici, su un tracciato molto tecnico, che ha consentito di fare la differenza. Sugli sci sono partito terzo assieme ad Andreev, una leggenda della Winter Triathlon che oggi non era di certo in grandi condizioni, poi l’ho staccato e mi sono involato verso l’argento difendendo la posizione fino all’arrivo. Avevo puntato tanto sul Mondiale di Asiago, ma le cose non sono andate come speravo, non ero in giornata: oggi volevo assolutamente rifarmi e ho centrato l’obiettivo.»


Soltanto quarto il russo Pavel Andreev, assoluto protagonista delle ultime stagioni del triathlon invernale e vincitore dell’ennesimo titolo iridato ad Asiago due settimane fa.

L’italiano Alessandro Saravalle (1:04:09) si è classificato sesto assoluto, ma è risultato il più veloce degli Under 23 e si è aggiudicato la medaglia d’oro di categoria dopo il bronzo iridato vinto ad Asiago (VI). Fuori dalla top 10 assoluta, il campione italiano in carica Daniel Antonioli (undicesimo in 1:06:59), rallentato prima da una caduta in mountain bike, che gli ha provocato anche qualche guaio meccanico, poi dalla rottura di un bastoncino da sci durante la terza frazione.


(dal sito fitri.it)

«Oggi è stata una gara davvero emozionante – dice Alessandro Saravalle dopo aver conquistato il titolo europeo Under 23 – sono riuscito a fare una discreta frazione di corsa, in bici ho iniziato la rimonta insieme al mio compagno di squadra Avondetto e in quella fase ho capito che avremmo potuto guadagnare molte posizioni. All’ultimo cambio, siamo arrivati in un gruppetto per giocarci dalla 5ª alla 10ª posizione. Fino all’ultimo giro della terza frazione ero 5º, poi però ho perso qualche metro dal rumeno, specialista dello sci di fondo, che mi ha battuto. Sono davvero soddisfatto della prestazione di squadra, siamo un gruppo stupendo con cui spero di poter condividere ancora altre trasferte internazionali e altri successi.»


Il podio Under 23 è stato completato dai russi Evgenii Evgrafov e Ivan Zalavtsev.


CLASSIFICHE
EUROPEI DI WINTER TRIATHLON 2019


DARIA RAGOZINA ASSOPIGLIATUTTO

Daria Ragozina ha continuato a dettare legge: ai Campionati europei in terra rumena la russa ha vinto il titolo assoluto e quello U23, replicando la doppietta messa a segno ai Mondiali 2019.

Ragozina (1:10:14) ha preceduto al traguardo le connazionali Yulia Surikova (1:12:04) e Svetlana Sokolova (1:12:21). Sokolova ha conquistato l’argento tra le U23, mentre il bronzo è andato a un’altra russa, Nadezhda Belkina, quarta assoluta in 1:13:57.

L’unica italiana in gara, Sandra Mairhofer (Granbike Triathlon, 1:18:09), è giunta sesta.


TRA GLI JUNIOR DOMINA L’AZZURRO: SIMONE AVONDETTO E’ ORO!

Simone Avondetto ha aggiunto il titolo continentale a quello mondiale: lo junior è giunto al traguardo dopo 1:05:35, davanti ai rumeni Leonord Stefan Hincu (1:28:08) e Botond Zoldi (1:38:36).


«Faceva piuttosto freddo, ma in gara non ho avuto difficoltà – racconta Simone Avondetto – Ho chiuso le frazioni di corsa e ciclismo assieme a Saravalle, poi mi ha staccato sugli sci, ma io ho chiuso comunque con un ottimo ottavo posto assoluto: sono davvero soddisfatto della mia prestazione odierna.»


In campo femminile la slovacca Zuzana Michalickova (1:19:01) ha avuto la meglio sulla connazionale Margareta Bicanova (1:22:29) e sulla russa Ekaterina Karpova (1:28:52).


Tutte le categorie in gara nella prima giornata hanno affrontato 4.5K di corsa, 7.9 in mountain bike e 6K di sci di fondo.


SCOPRI CRONACA E RISULTATI
DELLA SECONDA GIORNATA
DEGLI EUROPEI DI WINTER TRIATHLON 2019


Triathlon Show Italy 22-24 marzo 2019

Dal 22 al 24 marzo, workshop, allenamenti, spettacolo e 4 appuntamenti imperdibili!
Triathlon Crono, Duathlon Kids, 10K e 5K Run e… il 7° Gala del Triathlon! ISCRIVITI!

Perché... #ioTRIamo!




About The Author

Barbara Cologni

Giornalista, nella sua vita ha sempre mosso un dito (per scrivere), ma mai un passo. Fino al 2013, quando, allenata da Daniel Fontana, ha tagliato il traguardo della sua prima mezza maratona, a Londra. Con il triathlon non è stato amore a prima vista, ma da qualche tempo, sui campi gara, in redazione e agli eventi, più di una persona l’ha sentita pronunciare il fatidico: #ioTRIamo!

Rispondi

Offerte TRISHOP

Archivi

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: