Alberto Casadei si ritira all’Ironman Florida senza nuoto

Alberto Casadei all'Ironman Florida 2014

Alberto Casadei all’Ironman Florida 2014

L’Ironman Florida disputatosi sabato 1 novembre si è disputato in maniera anomala, senza la frazione natatoria per via delle condizioni atmosferiche, con solo un bici corsa. Di seguito il racconto del campione azzurro Alberto Casadei, portacolori delle Fiamme Oro.

«Non tutte le ciambelle riescono col buco.»

«Non ero certo venuto in Florida per tornare a casa con un DNF ed un nulla di fatto e sapete bene come non mi piaccia assolutamente ritirarmi ma oggi credo sia stata la scelta più giusta da fare.»

«Nuoto cancellato per corrente forte, quando a noi PRO avevano già chiamato per la partenza e ci avevano fatto entrare in acqua; temperatura dell’aria sotto i 5°C, vento forte e impossibilità di poterci riscaldare prima del “nuovo” via!»

«Partenza a cronometro a 30″ uno dall’altro, io son partito 5′ dopo il primo e mi son ritrovato a pedalare quasi gli interi 180K in solitaria, in balia del vento; dopo i primi 90K le gambe hanno deciso di abbandonarmi e tutto si è fatto estremamente duro.»

«Correre a quel punto, vista la posizione ed i distacchi, sarebbe stato solo un affaticarmi ulteriormente in vista delle prossime gare. Le ambizioni e gli obbiettivi son ben altri e quindi devo anche essere consapevole che un DNF in una gara che non mi avrebbe portato “nulla” deve essere considerata una scelta intelligente in ottica futura.»

«Si chiude così la FASE 1 del #roadtokona: per questo 2014 non gareggerò più in gare del circuito Ironman, riprenderò il cammino nel 2015. Ora come sempre, con tanta umiltà, si torna a lavorare in vista del Challenge Laguna Phuket Tri-Fest!»

«Grazie a tutti per le dimostrazioni d’affetto e gli incoraggiamenti che mi avete mandato, sono davvero molto apprezzati e mi danno la forza per riprendermi anche da questi piccoli “incidenti di percorso”, che comunque fanno parte del gioco dello sport.»

#IMFL #silverstory #roadtokona

Alberto Casadei

Per la cronaca, nella 16^ edizione dell’Ironman Florida, il successo in campo maschile è andato nettamente al forte specialista del duathlon canadese Lionel Sanders, già 4° ai Mondiali Ironman 70.3 Mont-Tremblant, quando uscì ultimo PRO dall’acqua e poi fece una grande rimonta.

In questo caso i suoi parziali da urlo in bici e a piedi, rispettivamente 4:12:46 e 2:44:12, lo hanno subito proiettato in prima posizione e non hanno lasciato scampo ai suoi avversari: il britannico Tom Lowe si è beccato quasi 20′ di distacco, l’ucraino Maxim Kriat più di 25′! Ai piedi del podio un altro forte duatleta, il belga Joerie Vanstelaant.

Tra le donne, ancora più netta la vittoria dell’olandese Yvonne van Vlerken, campionessa in carica: unica a scendere sotto le 5 ore in bici, ha corso la maratona vicino alle 3 ore, infliggendo quasi 35′ di distacco alla svedese Camilla Lindholm, con la statunitense Ashley Clifford che ha provato a rientrare ma ha chiuso terza a meno di 30″ dal secono posto.

Sono stati oltre 2.600 i partecipanti, oltre al PRO Casadei, sono stati tre gli altri azzurri in gara: si sono laureati #ITAFinisher Gelsomina Paolini, Armando Armellini e Stefano Papaleo.

INTERVISTA AUDIO LIONEL SANDERS

INTERVISTA AUDIO YVONNE VON VLERKEN

FOTOGALLERY TWITTER

CLASSIFICA IRONMAN FLORIDA 01-11-14
TUTTI I RISULTATI

About The Author

daddo

Dario 'daddo' Nardone, triatleta, speaker, giornalista e mental coach entusiasta e appassionato, l’endurance scorre nelle sue vene e fa parte della sua vita, sportiva e lavorativa, dal 1995. Pronto con il pettorale, con il microfono o dietro il suo portatile, sui campi gara in Italia e in giro per il mondo. Desiderio, Decisione, Dedizione… Fino in fondo #daddocè! #ioTRIamo

Rispondi

Offerte TRISHOP

Archivi

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: