Nicola Spirig conquista il 4° Europeo, Anna Maria Mazzetti è di bronzo

Il podio degli Europei di triathlon femminile 2014 (Foto: Triathlon.org)

Il podio degli Europei di triathlon femminile 2014 (Foto: Triathlon.org)

Nella prima giornata dei Campionati Europei di Kitzbuhel, sono stati assegnati i titoli Junior ed Elite femminili, oltre a quelli Age Group sulla distanza sprint.

La gara più attesa era quella delle Elite, con le nostre 4 azzurre, Alice Betto, Anna Maria Mazzetti, Charlotte Bonin ed Elena Maria Petrini, vogliose di dimostrare il loro valore e puntare a cogliere anche un risultato di prestigio.

Giornata piovosa e con temperature piuttosto rigide, si parte con i canonici 1.500 metri di nuoto e subito le azzurre si mettono in evidenza: la più veloce è l’austriaca Sara Vilic, ma al secondo e 5^ posto ci sono Betto e Bonin.

E proprio loro due, insieme alla ungherese Margit Vanek, danno vita alla fuga di giornata in bici, con il gruppo inseguitore capitanato da una scatenata Nicola Spirig.

E’ proprio grazie al grande lavoro della campionessa olimpica di Londra 2012, avviene il ricongiungimento: in testa ora sono in 12 e oltre a Spirig, Betto e Bonin ci sono anche le altre due italiane Mazzetti e Petrini, uno splendido poker!

Le cose non cambiano più fino a T2, il vantaggio delle 12 aumenta e subito a scappar via e cominciare i 10K a piedi finali e proprio Betto, costretta però dopo poche centinaia di metri a fermarsi per un risentimento fisico.

Da qui in avanti comincia lo show di Spirig, che s’invola solitaria e comanda la gara fino al traguardo, conquistando il suo quarto titolo continentale da vera dominatrice.

Alle sue spalle si scatena la lotta per il podio, che vede la nostra Mazzetti assoluta protagonista: prima la battaglia è con la tedesca Hanna Philippin (poi quarta), poi dalle retrovie arriva l’altra teutonica Sophia Saller.

Il ritmo imposto dalle due tedesche è alto, ma l’azzurra delle Fiamme Oro non molla. E’ invece Philippin a staccarsi, mentre Saller allunga e così il podio è definito: Spirig, Saller, Mazzetti, che quindi sale di un gradino dopo il 4° posto dell’anno passato e coglie il secondo bronzo europeo della sua carriera, dopo quello che conqistò nel 2011 nella rassegna di Pontevedra.

A seguire Lois Rosindale, la campionessa in carica Rachel Klamer, Charlotte Bonin, autrice di una gara davvero di ottima fattura, Elena Danilova, Sara Vilic e Mateja Simic; Maria Elena Petrini chiude al 15° posto.

NICOLA SPIRIG
It was a great race for me. I had a good swim and was happy to catch the lead girls in the second lap on the bike. I worked hard on the bike today. It was a bit ironic. I was happy to catch up, but then it got so cold that I couldn’t sit back. I was so cold and still had to work to try to keep warm. That made it hard and gave me cramps at the end. Therefore I decided to run as fast as I can. It’s amazing to finish here as the European champion.

ANNA MARIA MAZZETTI
Gara durissima, ho patito tanto il freddo e per le mie caratteristiche vado decisamente meglio con il caldo. Devo ringraziare le due tedesche a piedi perché grazie a loro siamo riuscite a scrollarci di dosso le altre pretendenti al podio. Sono davvero felicissima e ringrazio la mia famiglia, i miei sponsor e la mia squadra, sempre vicini anche quando le cose non vanno bene. L’Europeo è decisamente una gara che mi porta bene!

Nella gara Junior, trionfo per la tedesca Laura Lindemann che precede di 5″ la francese Audrey Merle; la doppietta transalpina sul podio si realizza grazie alla prova di Cassandre Beaugrand.

La nostra Angelica Olmo, neocampionessa del mondo Junior di duathlon, si deve accontentare del settimo posto, dopo una gara di testa fino in T2, ma con una corsa finale distante dalle prime; Giulia Sforza chiude al 15° posto, Luisa Iogna-Prat al 20°, mentre Alessandra Tamburri si ferma nella frazione ciclistica.

CLASSIFICA EUROPEI KITZBUHEL ELITE E JUNIOR DONNE 20-06-14
TUTTI I RISULTATI

VIDEO EUROPEI KITZBUHEL GARE 20-06-14
httpv://www.youtube.com/watch?v=heITPZZ_hyE

About The Author

daddo

Dario Daddo Nardone, papy, marito, triatleta, speaker, giornalista e mental coach entusiasta e appassionato! L’endurance e il triathlon scorrono nelle sue vene e fanno parte della sua vita, sportiva e lavorativa, dal 1995. Pronto con il pettorale, con il microfono o dietro il suo portatile, sui campi gara in Italia e in giro per il mondo. Desiderio, Decisione, Dedizione… Fino in fondo #daddocè! #ioTRIamo❤

Rispondi

Offerte TRISHOP

Archivi

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: