Il 3blog di Daniel Hofer, la 2^ tappa di Bundesliga

Daniel Hofer con i compagni di squadra del WMF BKK-Team AST Süßen

Daniel Hofer e Dario Chitti (a destra) con i compagni di squadra del WMF BKK-Team AST Süßen

Inauguriamo con questo post uno spazio fisso che FCZ ha deciso di dedicare al Carabiniere azzurro Daniel Hofer, uno dei più forti triatleti italiani sulle distanze “corte”, campione italiano di triathlon sprint e duathlon sprint in carica.

Questo lungo fine settimana tedesco è cominciato per me venerdì 13 giugno a mezzogiorno, dopo una settimana un po’ stressante per un male al dente, antidolorifici e stanchezza per via della doppia trasferta del we precedente (Vieste GP Italia e Valence GP Francia).

Ma io e Dario (Chitti, compagno di squadra in Bundesliga, ndr) siamo carichi mentalmente e partiamo insieme per raggiungere i compagni di squadra a Süssen, la città del nostro team in Bundesliga.

La squadra ci tiene molto al Team building e per questo ci hanno invitato a cena in un ristorante italiano il giorno prima della gara. Dopo una bella dormita, via la mattina dopo per Kraichgau (2 ore).

Una giornata interminabile, visto che la nostra gara partiva alle 20:15; la chiusura zona cambio del Challenge Half Kraichgau di domenica era alle 20:30 (il via alle 9 di mattina del giorno dopo con 5.000 partenti), quindi tutti gli Age Group erano lì a vedere la nostra gara, una cornice di pubblico impressionate!

Ore 20:15, puntale viene dato il via al nostro triathlon sprint: partiamo subito forte, ma io sbaglio traiettoria in acqua insieme ad altri 2 atleti e perdo quei 15 secondi fatali per il proseguimento della gara nel gruppo di testa.

Un ottimo Chitti insieme a Knabl, l’austriaco del nostro team, riescono a stare davanti, nei 20 leader, e scendono dopo i 20K di bici con 1 minuto di vantaggio, chiudendo bene al settimo e ottavo posto.

Io dietro parto forte per gli ultimi 5K a piedi e riesco a tenere un passo sotto i 3 minuti al km; prendo 7 persone del primo gruppo e arrivo 14°, sorpassando 3 persone in volata. Il nostro quarto (Paul Reitmayer, ancora stanco dall’Ironman 70.3 St.Pölten dove è arrivato quinto) arriva 44°.

La mia volata è stata decisiva perché siamo arrivati terzi nella classifica a squadre con solo 1 punto sul quarto e 2 punti sul quinto team (ogni posizione è un punto). Tutto questo fa capire che in queste gare bisogna tirare fino alla morte per ogni posizione, un grande spettacolo per chi guarda e una grande possibilità di crescita per noi atleti: mai mollare!

Dopo queste prime due tappe siamo ancora secondi in classifica generale e a Düsseldorf il prossimo 6 luglio cercheremo di attaccare il DreamTeam del Buschütten con il trio azzurro Steinwandter, Chitti, Hofer, insieme al francese Duchampt e al tedesco Clavel.

Dopo la gara, cena leggera al MCDonalds e seratina tutti insieme con team mangaer e tifosi (era quasi una gara di casa). E il giorno dopo tutti a fare il tifo per i compagni dell’AST süßen nel Challenge Kraichgau.

Siamo una squadra unita e questo ci aiuta ad ottenere risultati importanti ed essere insidiosi anche per squadre più forti di noi sulla carta.

Una trasferta bellissima, intensa e indimenticabile. Adesso un po’ di riposo e poi il 29 torno a gareggiare in Italia, al GarminTrio Sirmione. Non vedo l’ora!

Cheers,

Daniel

CLASSIFICA 14-06-14 Triathlon Bundesliga Kraichgau ITA

About The Author

daddo

Dario 'daddo' Nardone, triatleta, speaker, giornalista e mental coach entusiasta e appassionato, l’endurance scorre nelle sue vene e fa parte della sua vita, sportiva e lavorativa, dal 1995. Pronto con il pettorale, con il microfono o dietro il suo portatile, sui campi gara in Italia e in giro per il mondo. Desiderio, Decisione, Dedizione… Fino in fondo #daddocè! #ioTRIamo

Rispondi

Offerte TRISHOP

Archivi

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: