Ironman Melbourne a Bockel e Steffen, Craig Alexander è 5° e annuncia il ritiro

Craig Alexander

Craig Alexander

Si è disputata domenica 23 marzo la terza edizione dell’Ironman Melbourne, Asia-Pacific Championship, in cui c’è stato l’annuncio a sorpresa del ritiro dalle gare Ironman del campionissimo Craig Alexander.

Nella gara maschile, il lussemburghese Dirk Bockel, vincitore del Challenge Roth 2013, batte i padroni di casa, gli australiani Paul Matthews e David Dellow; ai piedi del podio l’austriaco Michael Weiss che precede Alexander, “solo” quinto.

Dopo 45′ esce dai 3.8K di nuoto il primo gruppo con Dellow, Matthews, il tre volte iridato ITU Peter Robertson, Courtney Atkinson, Bockel e il belga Axel Zeebroek, mentre Alexander e l’altro belga, Marino Vanhoenacker, accumulano 2′ di gap, Weiss addirittura 7′!

Zeebroek, Bockel e Dellow scappano via nel secondo giro bike e si avvantaggiano sul resto del gruppo; da T2 il primo a ripartire è Zeebroek, che tiene la testa della gara fino al 18° km della maratona, quando viene superato da Dellow.

Quindi è la volta di Matthews che prende la leadership al 28° km e la tiene fino a 6 km dal termine, quando viene a sua volta sorpassato da Bockel; il lussemburghese arriva vittorioso al traguardo con 1′ di vantaggio.

Nonostante il bici+corsa da urlo, i 7 minuti accumulati nel nuoto tengono Weiss addirittura fuori dal podio (a 39″ dal terzo posto e a 2’44” dalla vittoria), mentre Alexander è il miglior maratoneta dell’Ironman Melbourne, ma nella frazione bike paga quasi 10′ dai più veloci e si deve accontentare del quinto piazzamento.

A seguire, Vanhoenacker, Zeebroek (crollato a piedi), Kemp, Kramer e un deludente Robertson che chiude la top ten.

Nella gara femminile, Caroline “XENA” Steffen, fidanzata di Dellow e ormai residente in Sunshine Coast, vuole tornare sul gradino più alto del podio, dopo la vittoria inaugurale nel 2012 e il terzo posto della passata stagione.

La rossocrociata ha appena cambiato coach e riesce subito a regalare al suo nuovo allenatore Chris McCormack la prima gioia: in bici recupera i 2′ di svantaggio accumulati nel nuoto dalla statunitense Mary Beth Ellis e a piedi aumenta ancora il vantaggio, chiudendo trionfante sub-9, in 8:57:57.

Ellis arriva dopo oltre 4′, mentre terza arriva la sua connazionale Kim Schwabenbauer, al suo primo podio della carriera e con la miglior maratona di giornata; niente da fare per l’Australia, solo quarta piazza per Rebekah Keat.

Una delle protagoniste più attese, la canadese Angela Naeth, è la più veloce di tutti in bici, paga 23 minuti nella maratona rispetto a Steffen ed è sesta al traguardo.

Nessun italiano ha preso parte alla prova.

DIRK BOCKEL
It was a hell of a day, I’ve been here for three weeks and I’ve taken this race seriously. Coming to Australia for a triathlon for a European guy, you are asking for trouble. Everyone laid it down out there, it was amazing. A fantastic race.

CAROLINE “XENA” STEFFEN
After last year I wanted to get back to win this race. It feels like a home. I can’t say thank you enough—it’s a great course and the great support at the aid stations is amazing. People expect results straight away, and the last couple of months have been a lot of changes, so after my race last year I just wanted to get that trophy back. I’m totally over the moon.

Ma la notizia del giorno riguarda l’annuncio del ritiro di Craig Alexander: una delle sue migliori maratone di sempre, soffertissima e tiratissima, non gli ha permesso di andare oltre la quinta piazza e lui con grande rammarico ha detto che avrebbe voluto essere lì sul podio a spruzzare champagne alla gente.

A 41 anni ha affermato di non riuscire più a trovare il modo di arrivare ad uno stato di forma che gli permetta di arrivare alla vittoria, ma soprattutto ha dichiarato di avere il desiderio di dedicarsi alla sua famiglia e alla crescita dei suoi figli.

Per questo motivo ha detto stop alle gare Ironman, ma probabilmente lo rivedremo presto in qualche half iron in giro per il mondo.

Intanto lui ha già cominciato la sua seconda parte di carriera sportiva e come coach si gode il secondo posto del suo pupillo, Paul Matthews, che vuole portare al trionfo in quel di Kona, dove Alexander ha conquistato l’alloro per ben tre volte.

Ulteriori informazioni nelle TRINEWS.

CLASSIFICA IRONMAN MELBOURNE 23-03-14
TUTTI I RISULTATI

About The Author

daddo

Dario 'daddo' Nardone, triatleta, speaker, giornalista e mental coach entusiasta e appassionato, l’endurance scorre nelle sue vene e fa parte della sua vita, sportiva e lavorativa, dal 1995. Pronto con il pettorale, con il microfono o dietro il suo portatile, sui campi gara in Italia e in giro per il mondo. Desiderio, Decisione, Dedizione… Fino in fondo #daddocè! #ioTRIamo

Rispondi

Offerte TRISHOP

Archivi

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: