Bene gli azzurri nell’ITU WTS Hamburg e nel Mondiale a squadre

L'Italia ai Mondiali a squadre di Amburgo: Alice Betto, Alessandro Fabian, Anna Maria Mazzetti e Davide Uccellari

L’Italia ai Mondiali a squadre di Amburgo: Alice Betto, Alessandro Fabian, Anna Maria Mazzetti e Davide Uccellari

La caldissima Amburgo, con una folla entusiasta a far da cornice, ha ospitato nel fine settimana del 20 e 21 luglio due importanti eventi: l’ITU World Triathlon su distanza sprint e il Mondiale Mixed Relay.

Nella gara di sabato, finale al cardiopalma con una lunga volata tra i due fratelli extraterresti del triathlon mondiale, Alistair e Jonathan Brownlee.

I britannici sono partiti a un centinaio di metri dal traguardo con uno sprint secco, Jonathan ha preso un lieve vantaggio, Alistair ha provato a rientrare ma il fratellino è riuscito a spuntarla, tra due ali di folla in visibilio.

In terza posizione si è piazzato lo spagnolo Javier Gomez (leader del rank mondiale), che ha corso con i due inglesi, ma che nulla ha potuto nel momento del loro rush finale.

Quarto il sudafricano Richard Murray, autore del terzo parziale a piedi, ma leggermente attardato nel nuoto e nella bici, gap che non gli ha permesso di lottare per il podio.

A seguire Mario Mola, Sven Riederer, Aurielien Raphael e il nostro Alessandro Fabian, 8°: il Carabiniere è riuscito ancora una volta a essere protagonista nella frazione di nuoto e nella bici, sempre nel gruppo dei leader, lottando poi con la solita grinta nella frazione di corsa.

Nella frazione di nuoto e bici sono ormai stabilmente con i migliori al mondo – racconta un soddisfatto Alessandro Fabian -, nella corsa a piedi sto continuando a migliorare e credo di essere già ad un buon livello; ma il problema al tendine di Achille di inizio stagione ha un po’ rallentato la preparazione. Ho ancora margini di miglioramento e questo mi dà grande fiducia.

Ha chiuso al 31° posto invece Davide Uccellari, uscito a una trentina di secondi dai battistrada nel nuoto e poi quindi costretto a inseguire, con la solita rimonta a piedi grazie a un parziale corso 6 secondi sotto i 15 minuti.

In campo femminile, trionfo per la beniamina tedesca, nonché leader del rank mondiale, Anne Haug. La teutonica ha avuto la meglio su due triatlete britanniche, già vincitrici di prove di WTS quest’anno, Non Stanford (prima a Madrid) e Jodie Stimpson (prima a Kitzbuhel).

A seguire Andrea Hewitt, Ashleigh Gentle, Gwen Jorgensen (la statunitense è nettamente la più veloce a piedi, unica a scendere sotto i 16′, ma ha pagato una bici deficitaria), Emma Jackson, Anja Knapp, Hanna Philippin e la nostra Alice Betto, che centra così una prestigiosa top ten.

Anna Maria Mazzetti è 13^, più dietro Charlotte Bonin (33^) ed Elena Petrini (53^).

VIDEO UOMINI ITU WTS Hamburg
httpv://www.youtube.com/watch?v=XAVzYl52NfA

VIDEO DONNE ITU WTS Hamburg
httpv://www.youtube.com/watch?v=Sq8ZYP8pHhI

RANK MONDIALE ITU WTS

Il giorno dopo, si è corsa la spettacolare 4xMixed Relay, la staffetta mista in cui 4 triatleti (2 uomini e 2 donne) per ogni nazione dovevano affrontare un triathlon super sprint di 300 metri di nuoto, 6.6 chilometri di bici e 1.6K di corsa a piedi.

La gara è stata spettacolare e tirata è a visto trionfare la squadra di casa, la Germania che hanno schierato Anja Knapp, Jan Frodeno, Anne Haug e Franz Loeschke.

La seconda piazza è stata conquistata dalla Nuova Zelanda che è giunta a 19″, il terzo posto dagli Stati Uniti, che ha cominciato la frazione finale in testa: il suo ultimo frazionista, Cameron Dye, ha subito la rimonta da parte del neozelandese Ryan Sissons e Franz Loeschke che in bici hanno collaborato tirando a tutta per colmare il gap.

Al quarto posto l’Australia, al quinto la Francia: anche in questo caso, Peter Kerr e Aurelien Raphael sono riusciti a lavorare insieme in bici riuscendo così a tenere a debita distanza il nostro Uccellari, ultimo frazionista per l’Italia, autore di un ottimo split a piedi.

Italia dunque al sesto posto grazie alle prestazioni di Betto, Fabian, Mazzetti e Uccellari. Dietro gli azzurri la Svizzera, già due volte iridata di specialità, la Russia, il Canada e il Giappone.

Un incidente ha tagliato fuori lo squadrone britannico composto da Jodie Stimpson, Alistair Brownlee, Non Stanford e Jonathan Brownlee: Non Stanford ha avuto un incidente in bicicletta per cui è stata costretta addirittura al ricovero ospedaliero, senza fortunatamente nessun problema se non un grosso spavento.

VIDEO ITU Triathlon Mixed Relay World Championships
httpv://www.youtube.com/watch?v=U0WnBLS1Ftk

Un passo alla volta stiamo migliorando – ha commentato il “capitano” azzurro Alessandro Fabian –, siamo una squadra solida e con buoni margini. Anche oggi abbiamo dimostrato che non siamo lontani dal podio. Presto lotteremo per la vittoria. Con questo week end chiudo la prima parte della stagione, non posso che ritenermi soddisfatto di quanto fatto fin qui: il quinto posto di Madrid e le medaglie ai campionati Europei sono stati senz’altro momenti importanti. Ora mi prenderò qualche giorno di riposo per poi ricominciare ad allenarmi forte per la parte finale. Ci sono diversi appuntamenti interessanti: su tutti metto la tappa di World Series di Londra, si correrà sul percorso dell’Olimpiade 2012… Ho bei ricordi e voglio fare una bella prova!

CLASSIFICA ITU WTS Hamburg
CLASSIFICA ITU Triathlon Mixed Relay World Championships Hamburg

TUTTI I RISULTATI

About The Author

daddo

Dario Daddo Nardone, papy, marito, triatleta, speaker, giornalista e mental coach entusiasta e appassionato! L’endurance e il triathlon scorrono nelle sue vene e fanno parte della sua vita, sportiva e lavorativa, dal 1995. Pronto con il pettorale, con il microfono o dietro il suo portatile, sui campi gara in Italia e in giro per il mondo. Desiderio, Decisione, Dedizione… Fino in fondo #daddocè! #ioTRIamo❤

Rispondi

Offerte TRISHOP

Archivi

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: