Agli Europei di duathlon 2 medaglie azzurre dagli Age Group

Bart Aernouts vince gli Europei di duathlon lungo

Bart Aernouts vince gli Europei di duathlon lungo

La rassegna del Vecchio Continente di duathlon lungo e sprint si è disputata a Horst aan de Maas, in Olanda, domenica 21 aprile e ha sorriso a due azzurri Age Group.

La gara degli Elite si è svolta su distanza lunga, la classica del Powerman Holland (manifestazione giunta al ventennale che ha assegnato i titoli europei), ovvero 15K iniziali di corsa, 60K di bici e ancora 7.5K di corsa.

A sorpresa, il campione in carica Jorie Vansteelant è incappato in una giornata nera, pagando la fatica muscolare accumulata solo 7 giorni prima al Challenge Fuerteventura, gara in cui è stato protagonista di una bella rimonta che l’ha portato a terminare al 2° posto assoluto.

Ma quest’oggi i protagonisti sono stati due suoi connazionali, ovvero il campione mondiale 2010 di duathlon Bart Aernouts e Rob Woestenborghs, che nel 2012 è risultato essere al Mondiale Powerman e ITU di Zofingen il più veloce nelle frazioni run.

I due hanno fatto gara di testa, scappando via in bici insieme allo svizzero Andy Sutz; e poi giocandosi la vittoria a piedi, con Aernouts che ha preceduto Woestenborghs e Sutz. Ai piedi del podio il sempre combattivo francese Anthony Le Duey.

Purtroppo i nostri due azzurri, Danilo Brustolon e Gabriella Rolla, non hanno portato a termine la gara, il solo azzurro al traguardo è stato così l’Age Group Francesco Ascagni.

Nella prova femminile, ha difeso il titolo la britannica Lucy Gossage, incalzata dalla forte svedese Eva Nystrom, giunta seconda a poco più di 1′, e dalla tedesca Jenny Schulz, arrivata a 2′.

L’altra svedese Camilla Lindholm appena fuori dal podio, mentre nessuna azzurra ha partecipato alla prova.

Le gare Junior, su distanza sprint, sono state vinte dall’olandese Jorik Van Egdom e dalla slovacca Ivana Kuriackova. Gli azzurrini Delian Stateff e Riccardo Mosso si sono piazzati rispettivamente al 9° e 11° posto, mentre le azzurrine Federica Parodi e Angelica Olmo (arrivata prima in T1, ma poi in difficoltà nelle altre due frazioni) hanno terminato al 9° e 12° posto.

Rimanendo sulla distanza sprint, parliamo dei nostri tre Age Group: due le medaglie conquistate, dal friulano Maiko Mattiussi, oro nella categoria M35-40 e dal lombardo Dino Beretta (già vincitore di tante altre medaglie internazionali), che va ad arricchire la sua collezione di trofei con una medaglia di bronzo negli M60-64; infine, finisher anche l’altro lombardo, Carlo Croce.

CLASSIFICA
TUTTE LE CLASSIFICHE

About The Author

daddo

Dario Daddo Nardone, papy, marito, triatleta, speaker, giornalista e mental coach entusiasta e appassionato! L’endurance e il triathlon scorrono nelle sue vene e fanno parte della sua vita, sportiva e lavorativa, dal 1995. Pronto con il pettorale, con il microfono o dietro il suo portatile, sui campi gara in Italia e in giro per il mondo. Desiderio, Decisione, Dedizione… Fino in fondo #daddocè! #ioTRIamo❤

Rispondi

Offerte TRISHOP

Archivi

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: