Ivan Rana sbanca l’Ironman Cozumel, 12 azzurri finisher

Ivan Rana trionfa all'Ironman Cozumel

Ivan Rana trionfa all’Ironman Cozumel

Ivan Rana ha vinto la sua prima gara di triathlon 226 domenica 25 novembre in Messico, all’Ironman Cozumel.

Rana, che a fine ottobre ad Auckland aveva colto un’ottimo 8° posto nel triathlon olimpico ITU Grand Final e che il 10 novembre ha vinto l’Ironman 70.3 Lanzarote, ha impressionato per la sua condotta di gara.

Lo spagnolo ha fatto sempre gara di testa, insieme ad altri avversari sino a T2, e poi in solitaria nella maratona, dove si è involato chiudendo i 42.2K nel tempo di 2:44:05.

Sul podio con lui sono saliti l’olandese Bas Diederen, arrivato con quasi 8′ di ritardo, e il belga Bert Jammaer.

In campo femminile, successo colto dalla statunitense Mary Beth Ellis, che scappa via nel nuoto insieme alla danese Michelle Vesterby (che arriva in T2 prima, ma poi paga in maratona e chiude quarta), gestisce bene il vantaggio accumulato e resiste al ritorno della belga Sophie De Groote, che le arriva a 7″.

Terza piazza per la tedesca Sonja Tajsich, con un’ottima rimonta a piedi, ma uscita troppo attardata dall’acqua per ambire ai primi due gradini del podio.

Per quanto riguarda gli italiani, la nostra PRO Francesca Tibaldi incappa in una giornata no e chiude ugualmente nonostante i problemi fisici in poco più di 14 ore; Alessia Bertolino l’altra donna finisher.

Dei nove uomini al traguardo, Alessandro Arnaudo è il più veloce, mentre Guido Dona sfiora il podio di categoria arrivando al quarto posto tra gli M60-64.

IVAN RANA
Oggi è stato un grande giorno. Il nuoto è stato impegnativo, in bici le sensazioni erano buone e mi sono reso conto di poter correre bene quando ho iniziato la maratona. Ho dato tutto quello che avevo dentro di me, non ho mai avuto così tanto male alle gambe… “Madre mia”, non capisco perché ci piace così tanto far tutta questa fatica [ride, ndr].

FRANCESCA TIBALDI
Stamattina mi sentivo bene, solo qualche sbadiglio di troppo… Quando sono uscita dall’acqua insieme ai primi age group non ci credevo, 1 ora e 15! Sono salita in bici, ma avevo male dappertutto e mal di testa. Continuavo a pensare a quando mi sarei rirtirata: non va bene… Peccato perché mi sentivo davvero bene e anche i tempi c’erano. Ok, per me rimane il 10h01′ dell’anno scorso, ora devo recuperare le forze.

CLASSIFICA
TUTTI I RISULTATI

About The Author

daddo

Dario 'daddo' Nardone, triatleta, speaker, giornalista e mental coach entusiasta e appassionato, l’endurance scorre nelle sue vene e fa parte della sua vita, sportiva e lavorativa, dal 1995. Pronto con il pettorale, con il microfono o dietro il suo portatile, sui campi gara in Italia e in giro per il mondo. Desiderio, Decisione, Dedizione… Fino in fondo #daddocè! #ioTRIamo

Rispondi

Offerte TRISHOP

Archivi

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: