Alex Ascenzi e Myriam Grassi vincono a Tirrenia

In scioltezza, dando l’impressione di non forzare, il talentuoso aostano Alex Ascenzi, del G.S. Fiamme Azzurre, si è aggiudicato il ‘Memorial Silvia Volpi‘, triathlon sprint disputatosi domenica 29 aprile a Tirrenia (Pisa).

La gara era valida quale prima tappa del Circuito Nazionale di Triathlon 2012 e si è snodata su 750 metri inizali a nuoto, nello specchio di mare antistante il Bagno Imperiale, poi 20 km in sella alla bici (6,7 km di un circuito pianeggiante sul lungomare tirreniese, ripetuto tre volte) e 5 km a corsa (circuito di altimetria zero, di 2,5 km ripetuto due volte).

Zona cambio ed arrivo in Piazza Belvedere, lato mare. Numerosi gli appassionati e i curiosi presenti, che hanno simpaticamente appoggiato la prova dei concorrenti.

306 gli atleti al via (263 uomini e 43 donne); 248 quelli che hanno chiuso regolarmente la fatica (9 uomini e 1 donna sono stati squalificati).

La pioggia, caduta copiosa prima della partenza, fissata alle 12,30, non ha rovinato la giornata di festa. Come da copione, sia in ambito maschile, sia in ambito femminile, tutto si è risolto nell’ultima frazione.

In campo maschile, Riccardo De Palma, romano dell’A.S. Minerva Roma, chiude la frazione a nuoto primo con 9’31”, ad una manciata di secondi tutti i migliori. Pure la prova in sella alla bici non comporta grandi selezioni, al secondo cambio gli otto migliori giungono pressoché tutti quanti insieme.

Ascenzi, dopo aver controllato la situazione nelle prime due frazioni, accelera nella parte podistica e, agevolmente, fa il vuoto: l’aostano chiude con il tempo di 56’58”10. Alle sue spalle, il ravennate Manuel Biagiotti (Fresian Team), terzo De Palma.

Fra le donne, successo per la giovanissima Myriam Grassi, versiliese, classe ’94, della società La Fenice di Massarosa. Podio tutto versiliese, dietro alla Grassi è giunta ‘l’eterna’ viareggina Silvia Gemignani (DDS Triathlon Team), quindi la juniores, classe ’91, Ambra Giorgetti, che è come la vincitrice di Massarosa (Lucca) e tesserata per La Fenice Massarosa.

Dopo aver chiuso la frazione natatoria solo all’ottavo posto, con un ritardo di 33” dalla Gemignani (prima), la Grassi ha guadagnato posizioni nella seconda frazione.

Al secondo cambio, prima Michela Menegon, del Firenze Triathlon (che poi ha chiuso la gara al quarto posto). Myriam Grassi, nei 5 km podistici, ha tenuto un ritmo insostenibile per le avversarie, vincendo con un buon margine su tutte quante.

La kermesse, perfettamente organizzata dalla società Phisio Sport Lab di San Giuliano Terme, con la Confcommercio di Pisa e la Camera di Commercio di Pisa, e con la collaborazione del CTP1 Litorale Pisano, il Sib (Sindacato Italiano Balneari), la Croce Rossa Italiana, il GP. 2 Arni, il G.P. Ospedalieri, la Pro Loco Litorale Pisano, la Polizia Municipale Litorale Pisano, la Protezione Civile della Pubblica Assistenza di Pisa, la Pubblica Assistenza Litorale Pisano, la Canottieri Arno Pisa, il Bagno Imperiale e l’Hotel Continentale, è stata preceduta da un minuto di silenzio in memoria del triatleta Diego Peduto, scomparso nei giorni scorsi.

Centrato dagli organizzatori, anche dal punto di vista turistico, l’obiettivo di coinvolgere tanti sportivi e promuovere il litorale pisano. Minimi sono stati per i residenti i disagi relativi alla chiusura, per pochi minuti, del traffico su un piccolo tratto del lungomare.

Al termine della parte agonistica, presso la terrazza del Bagno Imperiale, spazio al pasta party e alle premiazioni. Ricordate, con un lungo applauso, le figure di Silvia Volpi, triatleta pisana della Phisio Sport Lab, deceduta alcuni anni fa (ha curato le premiazioni Laura Volpi, sorella della sfortunata atleta) e Sergio Bracci, vice comandante della Polizia Municipale della sezione Tirrenia e Marina di Pisa, sempre vicino alle organizzazioni di gare polidisciplinari, anch’egli scomparso di recente.

Ad effettuare le premiazioni, oltre a Laura Volpi, a Marino Pratesi, presidente del comitato toscano della Fitri ed a Nicola Pratesi, responsabile della manifestazione, anche rappresentanti del corpo della Polizia Municipale, colleghi dello sfortunato Bracci. Coppe e riconoscimenti particolari ai primi cinque assoluti uomini e prime cinque assolute donne.

Fonte: comunicato stampa Comitato Toscano FITri – Fabio Giorgi

CLASSIFICA

About The Author

daddo

Dario Daddo Nardone, papy, marito, triatleta, speaker, giornalista e mental coach entusiasta e appassionato! L’endurance e il triathlon scorrono nelle sue vene e fanno parte della sua vita, sportiva e lavorativa, dal 1995. Pronto con il pettorale, con il microfono o dietro il suo portatile, sui campi gara in Italia e in giro per il mondo. Desiderio, Decisione, Dedizione… Fino in fondo #daddocè! #ioTRIamo❤

Rispondi

Offerte TRISHOP

Archivi

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: