Select Page

Ironman Texas 2018, omologati i nuovi tempi record. Ecco i motivi

Ironman Texas 2018, omologati i nuovi tempi record. Ecco i motivi

Ironman ha deciso di omologare i tempi record fatti registrare da Matt Hanson e Melissa Hauschildt all’Ironman Texas sabato 28 aprile 2018.

La decisione ha fatto e farà ancora discutere, visto che il percorso ciclistico era stato ridotto, per motivi di sicurezza, di circa 2 miglia.

IL FATTO

Sabato 28 aprile 2018 l’australiana Melissa Hauschildt e lo statunitense Matt Hanson tagliano il traguardo dell’Ironman Texas – North American Championship facendo segnare tempi stratosferici e stabilendo i nuovi record per le gare Ironman: lei chiude in 8:31:04, lui in 7:39:25.


Hauschildt fa meglio di Chrissie Wellington, 8:33:56 all’Ironman South Africa nel 2011 (anche se la britannica mantiene il primato sulla full distance con 8:18:13 a Roth 2011).


Hanson toglie il record a Tim Don, 7:40:43 all’Ironman Brazil 2017, anche se meglio di loro, in una gara full distance, ha fatto Jan Frodeno nel Challenge Roth 2016, quando è giunto sulla finish line dopo 7:35:39.


I record dell’Ironman Texas 2018, tra l’altro, non finiscono qui: l’americano Andrew Starykowicz ha fatto registrare il miglior tempo di sempre sul tracciato ciclistico in tutte le gare full distance, fermando il cronometro a 3:54:59; la connazionale Jen Annett quello per le gare Ironman, con 4:25:11.


LE DECISIONI DEL GIORNO PRIMA

Ironman, durante la ricognizione finale del percorso ciclistico dell’Ironman Texas decide per ragioni di sicurezza di accorciarlo di 2 miglia circa, dichiarando allo stesso tempo che, data la situazione, gli eventuali tempi da record non saranno riconosciuti come tali.


Il podio femminile dell'Ironman Texas 2018 vinto da Melissa Hauschildt

Il podio femminile dell’Ironman Texas 2018 vinto da Melissa Hauschildt


LE DICHIARAZIONI DEI GIORNI SUCCESSIVI

Martedì 2 maggio, arriva il dietro-front di Ironman, che rivede le sue dichiarazioni e omologa tutti i nuovi primati stabiliti nella gara texana:

“In tutti gli eventi Ironman la nostra missione è quella di creare una gara di assoluta qualità, di livello mondiale senza precedenti. Purtroppo, sabato scorso in Texas, ci siamo trovati di fronte a circostanze straordinarie”. In occasione del sopralluogo finale del percorso ciclistico, insieme alle autorità cittadine e a quelle dei trasporti, è stato stabilito che il giro di boa più sicuro per tutti gli atleti non corrispondeva alla misurazione del percorso prevista. Per far sì che il tracciato misurasse le canoniche 112 miglia, avremmo dovuto collocare il giro di boa presso un’area che presentava ostacoli e non garantiva l’assoluta sicurezza dei partecipanti. Abbiamo già incontrato le autorità della città per iniziare la ricerca di un tratto ciclistico da aggiungere a quello di questa edizione e ripristinare così l’esatta distanza”.


Ironman ha dovuto rispondere anche alle “accuse” giunte da più parti (anche dai social) di episodi di “scia selvaggia” con numerosi ciclisti che procedevano in gruppo:

“Durante la gara abbiamo ricevuto più segnalazioni di comportamento irregolare nella frazione ciclistica. Tra l’altro è stata registrata la presenza di alcuni scooter non autorizzati, prontamente fatti fermare per la sicurezza degli atleti. Rivedremo anche le regole di accesso ai percorsi, perché non si verifichi più un caso simile”. 


L’OMOLOGAZIONE DEI RECORD

“Dopo la revisione da parte dell’Ironman Global Race Operations Committee, è stato stabilito che gli atleti devono essere riconosciuti, dati i tempi stabiliti, come i migliori del mondo, visto che hanno regolarmente completato l’intero percorso swim-bike-run dell’Ironman Texas. Congratulazioni a chi ha stabilito i migliori tempi mondiali totali e parziali nelle singole prove.”
– Ironman


I complimenti all’australiana Melissa Hauschildt e allo statunitense Matt Hanson sono sacrosanti, ma ammettiamo che ci viene difficile riconoscerli come nuovi recordwoman e recordmen del circuito con il pallino visto quanto raccontano quei due primati (forse) troppo discutibili.


CLASSIFICHE
IRONMAN TEXAS 2018


Perché... #ioTRIamo!


SONO ARRIVATE LE NUOVE TRI-SHIRT, CANOTTE E FELPE TARGATE FCZ STYLE!
ENTRA NELLO SHOP FCZ E SCEGLI IL MODELLO, IL COLORE E LA SCRITTA CHE PREFERISCI!

TRI-SHIRT




About The Author

zia baby

Giornalista, nella sua vita ha sempre mosso un dito (per scrivere), ma mai un passo. Fino al 2013, quando, allenata da Daniel Fontana, ha tagliato il traguardo della sua prima mezza maratona, a Londra. Con il triathlon non è stato amore a prima vista, ma da qualche tempo, sui campi gara, in redazione e agli eventi, più di una persona l’ha sentita pronunciare il fatidico: #ioTRIamo!

Rispondi

Archivi

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: