Select Page

Commonwealth Games 2018: ti aspetti un Brownlee e spunta Schoeman

Commonwealth Games 2018: ti aspetti un Brownlee e spunta Schoeman

La gara maschile dei Giochi del Commonwealth ha regalato sorprese. Disputata giovedì 5 aprile 2018, nella Gold Coast in Australia, ha incoronato il sudafricano Henri Schoeman. Sul secondo e terzo gradino del podio sono saliti l’australiano Jacob Birtwhistle e lo scozzese Marc Austin.

I fratelli Brownlee, i superfavoriti, sono rimasti fuori dai top 5: Jonathan è giunto settimo, Alistair decimo.

Ai Giochi del Commonwealth 2018, Henri Schoeman erà sì tra i favoriti, ma la vittoria, per tutti, sarebbe toccata a uno dei due Brownlee, con Alistair, oro a Rio 2016, un passo avanti al fratello minore Jonathan, argento nella stessa edizione dei Giochi. E invece, giovedì 5 aprile, nella Gold Coast, in Australia, a vincere è stato il sudafricano che alle Olimpiadi brasiliane arrivò proprio dietro i due fratelli conquistando il bronzo e che quest’anno si è aggiudicato la prima World Triathlon Series ad Abu Dhabi.


Schoeman ha chiuso la gara, disputata su distanza sprint (0.750K di nuoto, 20K di ciclismo e 5K di corsa) in 00:52:31, staccando di 7 secondi l’australiano Jacob Birtwhistle (00:52:38) e di 13 secondi lo scozzese Marc Austin (00:52:44).


La gara maschile è iniziata sotto una pioggia fortissima (sono state più fortunate le donne, che hanno gareggiato baciate dal sole quattro ore prima), a tratti tempesta, che ha fatto tremare i triatleti in piedi sul pontone di partenza, pronti ad affrontare la prova in acqua. Ciò però non è sembrato disturbare più di tanto Alistair e Jonathan Brownlee, con il primo che ha preso il comando sin dalle prime bracciate. Soltanto il neozelandese Tayler Reid è stato in grado di nuotare al suo fianco ed entrare con lui in T1.


REPORT GARA FEMMINILE
COMMONWEALTH GAMES 2018


Ai Commonwealth Games 2018, in Gold Coast, i fratelli Brownlee, Alistair e Jonathan non hanno rispettato i pronostici della vigilia che li vedevano sui gradino del podio, classificandosi decismo e settimo (Foto ©ITU Media / Delly Carr)

Ai Commonwealth Games 2018, in Gold Coast, i fratelli Brownlee, Alistair e Jonathan, non hanno rispettato i pronostici della vigilia che li vedevano sui gradini del podio, classificandosi decimo e settimo (Foto ©ITU Media / Delly Carr)


I due battistrada hanno fatto pochi chilometri in bici prima di essere raggiunti da Jonathan Brownlee, Henri Schoeman, Matthew Hauser e Marc Austin. Il gruppo hai poi proseguito compatto per tutti i 20K della prova sui pedali, mentre dietro un altro gruppo composto da Richard Murray (RSA), Ryan Sissons (NZL), Jacob Birthwhistle, Tyler Mislawchuk (CAN) e Matthew Sharpe (CAN) cercava di contenere il gap, impresa ardua su un tracciato che presentava diverse curve a 180 gradi rese scivolose dalla pioggia forte e incessante. Una volta in T2, e con uno svantaggio ancora comunque gestibile, Sissons, Sharpe, Birtwhistle e Murray si sono buttati all’inseguimento dei primi.


Nel frattempo, le posizioni nel gruppo di testa hanno continuato a cambiare. All’inizio della frazione di corsa, Schoeman ha inserito una marcia superiore rispetto agli altri andando a vincere la gara:

“Non ho parole. E ‘stata una gara difficile, la nuotata è stata dura, ma è stato fantastico correre per il mio Paese. All’inizio sentivo le gambe stanche, ma ho capito anche che dovevo solo dosare l’energia. Continuavo a pensare: “Non arrenderti, può succedere di tutto”. Gli ultimi 50 metri sono stati fantastici”.


Dietro di lui sono riusciti a mantenere il ritmo soltanto Jonny Brownlee e Marc Austin, mentre Alistair, Reid e Hauser hanno via via perso terreno, venendo anche raggiunti dagli inseguitori.

A 2,5 km dalla fine, Alistair Brownlee si è ritrovato in un inusuale 8 ° posto, 43 secondi dietro, seguito da Reid. Jacob Birtwhistle, intanto, stava dimostrando di essere uno dei corridori più veloci in gara, superando gli atleti uno dopo l’altro. Il suo sforzo colossale è stato ripagato non solo con lo split time più veloce della giornata (00:14:36), ma anche con la medaglia d’argento, la prima per il paese ospitante i Giochi del Commonwealth:

“Sono super felice, in una competizione così, con atleti di altissimo livello, la medaglia d’argento vale… oro.”


Bronzo, per due secondi soltanto, lo scozzese Marc Austin:

“La mia gara di oggi è stata grandiosa, sapevo che avevo davvero bisogno di lottare ma anche di risparmiare le mie energie. Tutto è andato secondo i piani e non avrei potuto dare niente di più”.


A un soffio dal podio, quindi, è giunto l’australiano Matt Hauser (00:52:46); quinto il neozelandese Ryan Sissons (00:52:49), che ha fatto segnare la seconda frazione di corsa più veloce (00:14:50), sesto il sudafricano Richard Murray (00:53:04), settimo il britannico Jonathan Brownlee (00:53:09), ottavo l’australiano Luke Willian (00:53:33), nono il canadese Matthew Sharpe (00:53:34) e decimo Alistair Brownlee (00:53:37).


“Circa due terzi di gara sono andati bene. Sapevo che sarebbe stata una lotta fino alla fine, in fuga, ma sapevo altrettando bene di non essere in perfetta forma, nell’ultimo mese ho corso soltanto un paio di volte o poco più. Avrei voluto un’altra gara, soprattutto in supporto di mio fratello Jonny, ma non sono riuscito neanche in quello.”
Alistair Brownlee


“E ‘stato abbastanza terribile oggi, non mi sentivo bene. Ho avuto alti e bassi e mi sono infortunato a gennaio, quindi non mi sono allenato per molto tempo, ma pensavo di poter fare qualcosa di meglio.”
– Jonathan Brownlee


REPORT GARA 4xMIXED RELAY


CLASSIFICHE
COMMONWEALTH GAMES 2018


Perché... #ioTRIamo!


SONO ARRIVATE LE NUOVE TRI-SHIRT, CANOTTE E FELPE TARGATE FCZ STYLE!
ENTRA NELLO SHOP FCZ E SCEGLI IL MODELLO, IL COLORE E LA SCRITTA CHE PREFERISCI!

TRI-SHIRT




About The Author

zia baby

Giornalista, nella sua vita ha sempre mosso un dito (per scrivere), ma mai un passo. Fino al 2013, quando, allenata da Daniel Fontana, ha tagliato il traguardo della sua prima mezza maratona, a Londra. Con il triathlon non è stato amore a prima vista, ma da qualche tempo, sui campi gara, in redazione e agli eventi, più di una persona l’ha sentita pronunciare il fatidico: #ioTRIamo!

Rispondi

Archivi

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: