Select Page

I protagonisti dei Campionati Italiani di Duathlon 2018 a Caorle

I protagonisti dei Campionati Italiani di Duathlon 2018 a Caorle

Sabato 24 e domenica 25 febbraio 2018, Silca Ultralite ha organizzato a Caorle i Campionati Italiani di Duathlon Sprint Assoluti, Staffetta 2+2 e Coppa Crono.

Nella prima giornata, destinata alle prove individuali, le maglie tricolori sono andate a due giovani talenti azzurri, Beatrice Mallozzi, che ha difeso per la prima volta i colori delle Fiamme Azzurre, e Diego Boraschi, alfiere del Torrino Triathlon.

Il giorno dopo, la spettacolare Staffetta 2+2 ha visto imporsi il TD Rimini di Federica Parodi, Sara Papais, Mattia Camporesi e Giulio Soldati.

Infine, a chiudere il week end ci ha pensato la prima tappa del Trofeo Coppa Crono, che ha premiato tra le donne il CUS Parma e tra gli uomini il Freezone.

Di seguito gli album fotografici, le classifiche complete e i comunicati della due giorni dei Campionati Italiani di Duathlon 2018 di Caorle.


ALBUM FOTOGRAFICO COPPA CRONO DUATHLON CAORLE 2018

ALBUM FOTOGRAFICO CAMPIONATI ITALIANI DUATHLON STAFFETTA 2+2 CAORLE 2018

ALBUM FOTOGRAFICO CAMPIONATI ITALIANI DUATHLON ASSOLUTI MASCHILI CAORLE 2018

ALBUM FOTOGRAFICO CAMPIONATI ITALIANI DUATHLON ASSOLUTI FEMMINILI CAORLE 2018


CLASSIFICHE COMPLETE CAMPIONATI ITALIANI DUATHLON CAORLE 2018


Beatrice Mallozzi è la campionessa italiana 2018 di duathlon sprint (Foto: Massimiliano Pizzolato)

Beatrice Mallozzi è la campionessa italiana 2018 di duathlon sprint (Foto: Massimiliano Pizzolato)


SABATO 24 FEBBRAIO 2018

Domani, domenica 25 febbraio, il tricolore di staffetta mista e il Trofeo Coppa Crono
I romani Beatrice Mallozzi e Diego Boraschi campioni italiani di duathlon a Caorle (VE)
Sul podio rosa Papais e Parodi, al maschile Secchiero e Corrà
Quattrocento metri. Decisivi per il titolo tricolore. Oggi, sabato 24 febbraio 2018, a Caorle (VE) le gare del campionato italiano di duathlon sprint assolute si sono decise negli ultimi 400 metri.
A indossare la maglia di campioni nazionali due giovani che arrivano direttamente dalla capitale, la diciassettenne Beatrice Mallozzi (Fiamme Azzurre) e il ventenne Diego Luca Boraschi (Torrino).
Salgono sul podio, al femminile le portacolori del TD Rimini, Sara Papais e Federica Parodi e Andrea Secchiero (Fiamme Oro) e Marco Corrà (Project Ultraman).
Teatro della competizione organizzata da Silca Ultralite Vittorio Veneto, Lido di Altanea e Porto Santa Margherita.
L’evento ha richiamato circa 550 partecipanti e tanti volontari che fin dai giorni precedenti alla rassegna, si sono impegnati con generosità per l’allestimento del campo gara e di tutte le strutture collaterali. Domani, domenica 25 febbraio, si replica con le gare a “squadre”: alle 9 la staffetta mista 2+2, alle 12 la Coppa Crono.CRONACA GARA FEMMINILE
Quasi 150 atlete al via (in viale dei Gabbiani al Lido di Altanea) della competizione femminile, che apre la giornata di gare in una soleggiata Caorle battuta da un fastidioso e forte vento. Alla conclusione dei 5 chilometri di corsa a piedi, entrano in zona cambio sei atlete, Beatrice Mallozzi (Fiamme Azzurre), Sara Papais e Federica Parodi (TD Rimini), Verena Steinhauser (Project Ultraman), Costanza Arpinelli (Minerva Roma) e Marta Bernardi (Tri Evolution).
Dopo i 20 chilometri di ciclismo fino a Porto Santa Margherita, resi più complicati dalle raffiche di vento, il gruppetto “perde” Bernardi, che entra in T2 un po’ attardata rispetto alle compagne di “fuga”. Proprio in zona cambio la svista di Steinhauser che esce per prima per l’ultima frazione di 2,5 chilometri a piedi ma ancora con il casco in testa.
L’altoatesina è costretta a tornare indietro e perde così secondi preziosi. Davanti Mallozzi e Papais procedono appaiate, fino agli ultimi 400 metri quando la junior romana aumenta il ritmo e nella gara d’esordio con il nuovo team conquista il titolo italiano di duathlon sprint assoluto (lo scorso anno aveva conquistato il tricolore di triathlon sprint assoluto a Lignano). Sul podio di Caorle salgono le due atlete del TD Rimini, Sara Papais e Federica Parodi, già seconda e terza lo scorso anno nella medesima rassegna under 23.“Sono felicissima di questo titolo nella prima gara con le Fiamme Azzurre – commenta la laziale – nonostante la preparazione non sia ancora perfetta, visto che questa rassegna è arrivata molto presto, già a febbraio, le sensazioni sono state buone, stavo bene di gambe e infatti sono riuscita a fare l’allungo vincente”.

CRONACA GARA MASCHILE
Circa 400 gli atleti al via. Dopo la frazione di 5 chilometri di corsa a piedi, entrano in T1 per salire in bici per i 20 chilometri di ciclismo una ventina di atleti, guidati da Andrea Secchiero (Fiamme Oro). Dopo il primo dei due giri di ciclismo, trainati dall’atleta di casa Silca Ultralite, Federico Spinazzè, rientra nel gruppo di testa un drappello di inseguitori.

In T2 per l’ultima transizione bici-corsa a piedi, entrano Valerio Patanè (Propatria Milano), Emanuele Aru (Villacidro Triathlon) e Mattia Camporesi (TD Rimini). Gli ultimi 2,5 chilometri sono da thriller. Sul rettilineo finale, spunta il body del Torrino Triathlon: il campione italiano è Diego Boraschi. Dietro di lui, Secchiero e Corrà.

“Oggi serviva aver gamba e io l’ho avuta – racconta Boraschi – la frazione di ciclismo è stata molto dura quando avevamo il vento contro. Sono rimasto coperto, sia nella prima frazione di corsa che nel ciclismo. Negli ultimi 2,5 chilometri ho dato tutto quello che potevo e man mano superavo gli avversari uno dopo l’altro, a 400 metri ho superato anche l’ultimo. Dedico questa vittoria alla mia famiglia”.

Hanno assistito alle gare, il presidente della Federazione italiana triathlon, Luigi Bianchi con il vicepresidente Roberto Contento. Ha partecipato alla gara il presidente del Fitri Veneto, Vladi Vardiero. “Abbiamo trovato una giornata freddina e con tanto vento, per la manifestazione tricolore anticipata rispetto al solito – ha detto Bianchi – abbiamo visto delle belle gare, con la vittoria di due giovani, Mallozzi e Boraschi che piano piano affronteranno gare sempre più importanti. La partecipazione è stata tanta e non possiamo che esserne felici”.

Presente alle premiazioni, l’assessore allo sport di Caorle, Giuseppe Boatto. “Siamo ancora una volta orgogliosi di ospitare a Caorle una rassegna così importante – commenta l’assessore – la nostra città si conferma una volta di più città dello sport, anche in un periodo non di alta stagione. Lido di Altanea e Porto Santa Margherita hanno ospitato un percorso che si sposa perfettamente con il duathlon”.


Diego Boraschi è il campione italiano 2018 di duathlon sprint (Foto: Massimiliano Pizzolato)

Diego Boraschi è il campione italiano 2018 di duathlon sprint (Foto: Massimiliano Pizzolato) 


DOMENICA 25 FEBBRAIO 2018

Le donne del Cus Parma e gli uomini di Freezone vincono la tappa della Coppa Crono
Il titolo italiano di duathlon assoluto a staffetta mista 2+2 è del TD Rimini
Oggi a Caorle (VE), sul podio, i team di TTR (Riccione) e Minerva Roma
Il secondo giorno tricolore di Caorle (VE) si apre con temperature attorno allo 0° C e un vento fortissimo. Ma gli “ironman” della multidisciplina non si fanno spaventare (quasi) da nulla.
Del resto, in palio, c’è il titolo italiano di duathlon a squadre a staffetta 2+2. A conquistarlo il TD Rimini, che si lascia alle spalle TTR (Riccione) e Minerva Roma. Una competizione entusiasmante, condizionata dal vento che ha reso più complicata, in particolare, la frazione di ciclismo.
Ad organizzare la rassegna che si è svolta tra Lido di Altanea e Porto Santa Margherita, Silca Ultralite Vittorio Veneto.
Nel pomeriggio, spazio alla prima prova del Trofeo Coppa Crono: le squadre composte ciascuna dai tre ai cinque atleti sono partite a scaglioni di 30’’.
La distanza da percorrere era di 5 km a piedi, 20 km di ciclismo e 2,5 km a piedi, con il tempo preso all’arrivo del terzo componente. A dominare al maschile Freezone, davanti a Raschiani Triathlon Pavese e Cus Parma.

Al femminile, due formazioni del Cus Parma al primo e al terzo posto, con seconda piazza per Woman Triathlon Italia.


Il CUS Parma vince la Coppa Crono Duathlon femminile a Caorle (Foto: Massimiliano Pizzolato)

Il CUS Parma vince la Coppa Crono Duathlon femminile a Caorle (Foto: Massimiliano Pizzolato)


CRONACA GARA STAFFETTA MISTA 2+2
(ogni staffettista percorre 2 km a piedi, 8 km di ciclismo e 1 km a piedi prima di dare il cambio al compagno; la successione è donna, uomo, donna, uomo)
In avvio di gara, si forma un quintetto composto da Propatria (Romano), Minerva Roma (Arpinelli), The Hurricane (Marcon), TD Rimini (Parodi) e TTR (Mercatelli). Durante la frazione di ciclismo, è Peroncini del Cus Parma a fare un recupero eccezionale, che la porta ad entrare per prima in T2. Dietro di lei, restano in 4 (si stacca la Propatria). Nell’ultima frazione a piedi, è però Parodi (TD Rimini) a prevalere e a dare il cambio a Soldati per prima.Poi Peroncini passa il “testimone” del Cus Parma ad Angelucci, mentre Arpinelli lancia Minerva Roma con Valerio Cattabriga. Le posizioni di testa cambiano durante la frazione di ciclismo, tanto che in T2 entra per prima Minerva Roma, seguita da TD Rimini e The Hurricane (Azzano), TTR (Crociani) e Cus Parma. Posizioni di vertice invariate anche al momento del cambio, con Raschiani Triathlon Pavese in recupero. Il sorpasso del TD Rimini (Papais) ai danni di Minerva (Caterini) si consuma durante la prima frazione di corsa a piedi. Papais mantiene la testa anche dopo il ciclismo.

All’entrata in T2, rinviene da dietro a grande velocità TTR (Spimi) che sorpassa Minerva (Caterini) e The Hurricane (Ferfoglia). Per l’ultimo cambio, partono Camporesi (TD Rimini) in vantaggio di circa una quarantina di secondi su Strada (TTR) e Filippo Cattabriga (Minerva). A seguire The Hurricane (Chiodo) e Raschiani Triathlon Pavese (Ingrillì) quasi appaiati.

La gara degli ultimi frazionisti non cambia il podio: per il terzo anno consecutivo la staffetta TD Rimini conquista il titolo itlaiano nel duathlon assoluto a squadre, davanti a TTR e Minerva Roma. Per la società organizzatrice, Silca Ultralite Vittorio Veneto il sesto posto con la prima delle due staffette composte da giovanissimi (Viola Pagotto, Andrea Mason, Arianna Zanusso e Federico Spinazzè).

“Oggi speravamo di fare il tris e ci siamo riusciti – commentano i vincitori del TD Rimini – siamo un team molto omogeneo e anche ieri abbiamo fatto tutte delle buone gare. Come staffetta per il prosieguo della stagione, puntiamo al podio agli italiani di triathlon”.

Sul palco per le premiazioni, il presidente della Federazione Italiana Triathlon, Luigi Bianchi con il vicepresidente Roberto Contento e l’assessore allo sport di Caorle, Giuseppe Boatto.

“Abbiamo concluso nel migliore dei modi questa due giorni di gare – afferma Bianchi – alla fine si sono confermate le squadre favorite, TD Rimini e Minerva Roma, con la novità del Triathlon Riccione. L’organizzazione di Silca Ultralite Vittorio Veneto è stata, come sempre, perfetta, nonostante il forte vento che ha condizionato tecnicamente la frazione di ciclismo. L’anno prossimo confidiamo di collocare la data di questa manifestazione più avanti nel calendario sperando di avere temperature meno rigide”.

“Abbiamo portato un migliaio di atleti a Caorle a fine febbraio che con tanti accompagnatori hanno usufruito di strutture ricettive, bar e ristoranti – dice Boatto – nonostante il freddo e il forte vento, un plauso va a questi sportivi che hanno onorato al meglio il campionato italiano che siamo orgogliosi di aver ospitato nella nostra città. La collaborazione tra Silca Ultralite, strutture comunali, Protezione Civile, Polizia Locale e Fitri è ormai rodata. Diciamo che il progetto triennale di una Caorle tricolore procede nel migliore dei modi”.

A conclusione dell’intenso weekend di gare, le considerazioni del presidente della società organizzatrice, Aldo Zanetti.

“A livello agonistico abbiamo ottenuto un buon sesto posto con una delle due staffette composte con tutti atleti under 20 – riferisce Zanetti – diciamo che è stato fatto un bel lavoro di squadra e il vivaio sta crescendo bene. A livello organizzativo, è stata una manifestazione riuscita sotto tutti i punti di vista possiamo dire di aver operato al meglio, di certo le condizioni climatiche ci hanno reso il lavoro un po’ di difficile e abbiamo dovuto togliere un po’ di colore, come striscioni e archi, a causa del fortissimo vento”.

Accanto a Silca Ultralite Vittorio Veneto nell’organizzazione dell’evento, patrocinato dalla Città di Caorle e dalla Fondazione Caorle Città dello Sport, ci sono stati Silca SpA, Méthode, San Benedetto, Saccon Gomme, Banca Prealpi e Agenzia Lampo e gli sponsor federali Arena, Dorelan e Friliver Sport. Collaborano le associazioni Olimpicaorle e Amici Sportivi San Martino.
Fonte: comunicato stampa www.atleticasilca.it e www.silcaultralite.it

Freezone con Huber Rossi, Luca Bonazzi e Massimiliano Marini è il team più veloce nella Coppa Crono Duathlon di Caorle (Foto: Massimiliano Pizzolato)

Freezone con Huber Rossi, Luca Bonazzi e Massimiliano Marini è il team più veloce nella Coppa Crono Duathlon di Caorle (Foto: Massimiliano Pizzolato)


Perché... #ioTRIamo!


SONO ARRIVATE LE NUOVE TRI-SHIRT, CANOTTE E FELPE TARGATE FCZ STYLE!
ENTRA NELLO SHOP FCZ E SCEGLI IL MODELLO, IL COLORE E LA SCRITTA CHE PREFERISCI!

TRI-SHIRT




About The Author

daddo

Dario 'daddo' Nardone, triatleta, speaker, giornalista e mental coach entusiasta e appassionato, l’endurance scorre nelle sue vene e fa parte della sua vita, sportiva e lavorativa, dal 1995. Pronto con il pettorale, con il microfono o dietro il suo portatile, sui campi gara in Italia e in giro per il mondo. Desiderio, Decisione, Dedizione… Fino in fondo #daddocè! #ioTRIamo

Rispondi

Archivi

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: