Select Page

Il Triathlon Baldassarre incorona i più “duri”

Il Triathlon Baldassarre incorona i più “duri”

Gli oltre 150 atleti giunti a Chiaverano (TO), sul lago Sirio, per la terza edizione del Triathlon di Baldassarre non hanno avuto bisogno di lunghe distanze per mettersi alla prova.

L’Olimpico più duro d’Italia ha incoronato Martina Fiorentino e Lorenzo Boeris, entrambi Cus Torino. Non da meno i due vincitori della gara più breve, nella quale si affrontavano comunque oltre 700 m di dislivello sui 26K della frazione bike, distanza che ha determinato il nome “Atipico” anziché Sprint.

Sono stati Paola Cortona, tesserata di giornata, e Davide Bajo a regolare gli inseguitori con due gare fotocopia di dominio incontrastato dal primo all’ultimo metro.


“Se la gioca con Avigliana” sono le parole di Martina Fiorentino, raggiante al traguardo, mentre Lorenzo Boeris è lapidario: “Sicuramente il più duro che abbia mai fatto (in 18 anni di triathlon, ndr). Idro è un po’ più duro nella bike, ma qui il percorso run è veramente tosto con saliscendi e tratti sterrati molto impegnativi”.


La supremazia della Fiorentino non è mai stata in discussione. Prima alla fine dei due giri da 750 m, con la spettacolare uscita all’australiana sul lido dello Chalet Moia, ha incrementato il suo vantaggio nella bike e anche nei 10K finali, anch’essi su due giri intorno al lago Sirio, uno dei più puliti d’Europa. A oltre 12’ è giunta Elisabetta Mantoan, DDS, che uscita quarta dall’acqua è risalita di due posizioni, lasciando a Beverley Gibson, Alba Triathlon, il terzo gradino del podio.


Avvincente il duello fra Boeris e Tommaso Gatti, Pool Cantù. Quest’ultimo, colmato il gap dopo il nuoto con una T1 velocissima e i primi chilometri dei 38 previsti sui due giri del percorso bike, ha resistito fino all’inizio dell’ultima frazione prima di abdicare e accontentarsi del secondo posto. Dietro di loro, terzo Alessandro Jeraci, Team Sassari, che uscito con Gatti dall’acqua, non è riuscito a tenere la sua ruota, si è fatto raggiungere da Pierluigi Senor, Torino Triathlon, per poi staccarlo nei due giri run finali.


A completare la giornata agonistica anche la gara a staffetta organizzata con la collaborazione del Life Lab Milano sotto l’egida ASI.


Grande dispiego di forze per garantire la sicurezza dei concorrenti. ANC, ANPS, i ragazzi dell’Agathon, l’Ivrea Soccorso, i cani della SICS in acqua e i volontari Qualitry: oltre 70 uomini impegnati sui percorsi.


CLASSIFICHE
TRIATHLON BALDASSARE 2017


Il vice-sindaco di Chiaverano, Maurizio Tentarelli, ha premiato con le confezioni regalo della SER, azienda di Santena (TO) leader nella produzione di cera, tutti i podi della giornata, assoluti e di categoria.
Il comune di Chiaverano ha fornito anche quest’anno un valido supporto, così come i numerosi sponsor che hanno accompagnato Qualitry in tutte le gare della stagione: Birra Bavaria, Integratori Equilibra, Centrale del Latte di Torino, Groksì, Palestra Il Mondo, Cicli Pagliughi, Sport&Promo, Pagliughi Sport, Decathlon Easy di Burolo, Generali Ass. Ivrea Porta Torino. Parte del ricavato è stato devoluto alla LIPU di Torino.

Fonte: comunicato stampa Qualitry


Perché... #ioTRIamo!


SONO ARRIVATE LE NUOVE TRI-SHIRT, CANOTTE E FELPE TARGATE FCZ STYLE!
ENTRA NELLO SHOP FCZ E SCEGLI IL MODELLO, IL COLORE E LA SCRITTA CHE PREFERISCI!

TRI-SHIRT




About The Author

Barbara Cologni

Giornalista, nella sua vita ha sempre mosso un dito (per scrivere), ma mai un passo. Fino al 2013, quando, allenata da Daniel Fontana, ha tagliato il traguardo della sua prima mezza maratona, a Londra. Con il triathlon non è stato amore a prima vista, ma da qualche tempo, sui campi gara, in redazione e agli eventi, più di una persona l’ha sentita pronunciare il fatidico: #ioTRIamo!

Rispondi

Archivi

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: