Select Page

Aquaticrunner 2017: fascino, emozioni e… Guadagni e Cappellini tricolori Swimrun!

Aquaticrunner 2017: fascino, emozioni e… Guadagni e Cappellini tricolori Swimrun!

Domenica 27 agosto 2017 si è disputato il 4° Aquaticrunner: partenza da Grado e arrivo a Lignano per i 200 atleti in gara. Tanti i campioni provenienti da tutta Europa, a cominciare dal tedesco Faris Al Sultan.

Nella starting list erano presenti atleti inglesi, scozzesi, irlandesi, austriaci, sloveni, francesi, ungheresi, americani e canadesi.

Adelaide Cappellini e Massimo Guadagni hanno conquistato la vittoria assoluta, laureandosi anche Campioni Italiani CSEN di Swimrun.


La partenza alle 7.00 aumenta il fascino di Aquaticrunner Italy (Foto ©Tiziano Faggiani Foto)

La partenza alle 7.00 aumenta il fascino dell’Aquaticrunner Italy (Foto ©Tiziano Faggiani Foto)


Il fascino dell’Aquaticrunner Italy è triplice: possiede quel richiamo dato dalla stessa formula di gara, che conquista sempre più atleti, è possibile prendervi parte anche individualmente (nelle gare europee è invece consentita soltanto la partecipazione a coppie) e si disputa in uno scenario naturale spettacolare, perfetto per fare sport ma anche per godersi e perdersi nel paesaggio. Tanto che diversi atleti di quest’anno e della scorse edizioni descrivono questa competizione più come un’avventura che come una gara.


IL FILM DELLA GARA


Si corrono 31.85K totali, di cui 23.60K di corsa, 6K di nuoto e 2.25K misti, con 19 transizioni totali, che attraversano le cinque isole che separano Grado da Lignano, immersi nella natura dei lembi sabbiosi della laguna di Marano e Grado.


Massimo Guadagni e Faris Al Sultan, protagonisti assoluti dell'Aquaticrunner 2017 (Foto ©Tiziano Faggiani Foto)

Massimo Guadagni e Faris Al Sultan, protagonisti assoluti dell’Aquaticrunner 2017 (Foto ©Tiziano Faggiani Foto)


LE CLASSIFICHE DELL’AQUATICRUNNER 2017


Francesco Cauz, terzo all'Aquaticrunner 2017 (Foto ©Tiziano Faggiani Foto)

Francesco Cauz, terzo all’Aquaticrunner 2017 (Foto ©Tiziano Faggiani Foto)


La partenza è stata data alle 7 da Parco delle Rose a Grado, con arrivo a Lignano pineta, nella centralissima Piazza Marcello D’Olivo.

Nella gara maschile i protagonisti sono stati Massimo Guadagni e Faris Al Sultan, tra i più accreditati alla vittoria e che si sono dati battaglia a suon di secondi per tutta la gara.

E’ stato Massimo Guadagni ad avere la meglio: chiudendo la gara in 3:17:13 ha preceduto al traguardo il campione del mondo Ironman 2005 e finisher dell’ÖtillÖ Swimrun nel 2016, che ha fermato il crono dopo 3:19:45. Terzo è giunto Francesco Cauz (Liger Team), campione italiano uscente. 3:25:21 è il suo tempo.

Tra le donne, la più veloce è stata Adelaide Cappellini (Triathlon Alto Adige), che ha vestito anche la maglia tricolore. Con il tempo di 4:01:54 ha preceduto Francesca Capitoli (4:03:15). Terza, con un distacco di 20’ dalla seconda, Vania Mascagna (4:23:48).

L’ungherese Eszter Pek Hun, ottava in 4:42:48, è la prima straniera classificata.


Adelaide Cappellini si è laureata campionessa italiana all'Aquaticrunner 2017 (Foto ©Daniele Miot Photographer)

Adelaide Cappellini si è laureata campionessa italiana all’Aquaticrunner 2017 (Foto ©Daniele Miot Photographer)


LA FOTOGALLERY DELL’AQUATICRUNNER 2017


Aquaticrunner, co-organizzata da XTriM Sports ASD e ASD Triathlon Lignano Sabbiadoro. non è aperto a tutti: per partecipare vengono richieste delle precise credenziali, oppure occorre qualificarsi in una delle gare del circuito Italiano Italian Swimrun Series (www.swimrun.it) o nelle prove internazionali Swimrun Costa Brava in Spagna ed eXtremeMan in Ungheria.


VIVI L’ATMOSFERA MAGICA DEL MITICO
CHALLENGE WALCHSEE CON LA PROMO FCZ TRAVEL!

CHALLENGE WALCHSEE 03-09-17

Perché... #ioTRIamo!


TRI-SHIRT




About The Author

zia baby

Giornalista, nella sua vita ha sempre mosso un dito (per scrivere), ma mai un passo. Fino al 2013, quando, allenata da Daniel Fontana, ha tagliato il traguardo della sua prima mezza maratona, a Londra. Con il triathlon non è stato amore a prima vista, ma da qualche tempo, sui campi gara, in redazione e agli eventi, più di una persona l’ha sentita pronunciare il fatidico: #ioTRIamo!

Rispondi

Archivi

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: