Select Page

Emozioni di ferro all’Elbaman 2012!

Domenica 30 settembre si sono disputati a Marina di Campo, sull’Isola d’Elba, l’8^ edizione di Elbaman (3.8-180-42.2K) e la 4^ di Elbaman73 (1.9-94-21.1K).

La partenza del triathlon “iron distance” è stata data alle 7, a seguire le staffette e quindi, dalle 8.15 in poi le batterie femminili e maschile del triathlon “mezzo iron”.

E proprio l’Elbaman73 ha visto in campo maschile trionfare Giuseppe Baldelli (nella foto), autore a inizio settembre di una grande prestazione al Mondiale Ironman 70.3 di Las Vegas.

Il forte triatleta perugino della Triathlon Trasimeno è uscito per primo dall’acqua, ha fatto segnare il secondo miglior tempo in bici (il più veloce è stato Vincenzo Dolce, arrivato 2° in T2 e poi in difficoltà nella mezza) e poi è riuscito a contenere il rientro dello svizzero Reto Baumgartner, campione in carica.

A completare il podio, Matteo Perlini (Olimpia Triathlon), autore di una prova equilibrata e di sostanza in tutte e tre le discipline; ai piedi del podio Gabriele Mansuino (Firenze Triathlon), capace di far segnare la mezza maratona più veloce in assoluto, in 1:21:23.

Tra le donne, Daniela Pallaro (Padova Triathlon) scappa via nel nuoto e solitaria arriva in T2 dopo i 94K di bici, inseguita a debita distanza da Laura Pederzoli (Ironwoman), con più staccata Sara Dossena (Triathlon Cremona Stradivari).

Ma nei 21K finali le carte si mescolano e Dossena, che corre nel crono donne più veloce (1:26:08), riesce a sopravanzare le sue due avversarie e vincere con margine davanti a Pederzoli, che nel frattempo aveva scavalcato Pallaro; più staccata, quarta, Angela Stefani.

Francisco Pontano è il più veloce a uscire dai 3.8K di nuoto dell’Elbaman “full distance”. L’argentino in sella deve però subire il rientro veemente di Matteo Annovazzi.

Il portacolori del Peperoncino Team, già laureatosi due volte Campione Italiano di specialità all’Elbaman, sulle “sue” strade riesce a infliggere in sella 10′ al sudamericano e poi a piedi scava un solco ancora più profondo.

Vince in solitaria con quasi 20′ di vantaggio e nonostante la pioggia battente degli ultimi chilometri chiude la maratona in 3:13:33.

Pontano è secondo, mentre Gregorio Caceres Morales, spagnolo di Lanzarote, nei 42K finali è autore di una bella rimonta che lo fa risalire fino al gradino basso del podio.

Primo italiano è Alessandro Robustelli (Piacenza Tri Vivo) che riesce ad avere la meglio sul tedesco Johannes Kiefer e ad aggiudicarsi il quarto posto.

A seguire altri tre azzurri, Mauro Ciarrocchi, Riccardo Alvano e Luigi Manfrini (all’esordio), quindi il belga Eric De Beuckelaer e l’altro italiano Emanuele Ciotti.

In campo femminile, poker straniero con l’austriaca Monika Stadlmann che vince con mezz’ora di vantaggio sulla britannica Michelle Parsons (vincitrice nel 2011 del “mezzo”); terza la belga Bianca Van Den Kieboom, quarta un’altra austriaca, Tanja Starl.

Prima azzurra al traguardo, la portacolori della Pro Patria ARC Busto Arsizio Debora Fustinoni.

Per quanto riguarda le staffette, Gaudiello, Valenti e Rubini (Team Pausini PTPN) sono i più veloci (09:51:30), vincono la graduatoria femminile il team Pasta Granarolo di Giannoni, Garagnani e Nannini, mentre la classifica mista vede trionfare gli Irontrittici Mariottini, Di Biagio e Giuntoli.

MATTEO ANNOVAZZI
Oggi è stata una fantastica emozione, tutti qui all’Elba mi incitavano. Bambini, signori, persone con qualche anno in più… E soprattutto tutti, e sottolineo tutti, gli atleti. Ad ogni metro della maratona sentivo il mio cognome o meglio ancora “Tutti pazzi per Annovazzi”. Finché ho potuto ho risposto, poi son passato ai sorrisi e quando ero morto, ahimé, non ho piú avuto la forza per rispondere. Grazie davvero! Queste emozioni ripagano di tutti i sacrifici fatti in questi anni. Ed è anche per questo motivo che adoro questa gara che oggi ho vinto per la terza volta.

Su Twitter, account elbaman_tri, si possono rivivere le fasi salienti della gara.

VIDEO (powered by Stilecorsa)
Elba Kids
Elbaman73
Elbaman

Get the Flash Player to see this player.

CLASSIFICA
TUTTI I RISULTATI

About The Author

daddo

Dario 'daddo' Nardone, triatleta, speaker, giornalista e mental coach entusiasta e appassionato, l’endurance scorre nelle sue vene e fa parte della sua vita, sportiva e lavorativa, dal 1995. Pronto con il pettorale, con il microfono o dietro il suo portatile, sui campi gara in Italia e in giro per il mondo. Desiderio, Decisione, Dedizione… Fino in fondo #daddocè! #ioTRIamo

2 Comments

  1. Vincenzo Dolce

    Grande manifestazione ed articolo quasi perfetto eccezione fatta per la prestazione assoluta nella frazione di bici che è stata fissata da Dolce Vincenzo con 2 ore 48 primi e 20 secondi andando a realizzare il record della manifestazione uscendo secondo assoluto dal t2, cedendo poi drasticamente nella frazione finale di corsa

    Rispondi
    • daddo

      hai ragione Vincenzo, grazie della segnalazione e complimenti per la tua prestazione bike!

      Rispondi

Rispondi

Archivi

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: