Select Page

Bozzone e Cave vincono l’Ironman 70.3 Miami, Cigana 6°, Casadei 10°

Si è corso domenica 28 ottobre in Florida, l’Ironman 70.3 Miami, sulle canoniche distanze i 1.9K di nuoto, 90K di bici e 21.1K di corsa

La gara ha salutato il ritorno al successo del neozelandese di origini italiane Terenzo Bozzone (in alto nella foto), che nell’ultimo periodo era stato assente dai campi gara per infortunio.

Sul podio con lui sono saliti lo svizzero Jan Van Berkel e il tedesco Horst Reichel. Bene anche gli azzurri Massimo Cigana, 6°, e Alberto Casadei, 10° (sotto le loro impressioni post gara).

In campo femminile, la neoiridata di Kona Leanda Cave (Gran Bretagna) si è imposta davanti all’austriaca Lisa Hutthaler e alla statunitense Margaret Shapiro.

Sono arrivati al traguardo altri 25 nostri connazionali, il più veloce è stato Fabian Bertoncello che si è portato a casa la medaglia di bronzo di categoria 40-44, mentre Ivone Favaretto si è piazzato al 5° posto tra i 18-24. Sandra Caldani l’unica donna.

MASSIMO CIGANA (in alto nella foto):  “Nonostante non fossi in gran giornata direi un buon risultato visto e considerando la qualità dei partenti… Adesso pensiamo all’Ironman 70.3 Lanzarote fra due settimane. Domani Miami beach ci aspetta… Un pò di relax!

ALBERTO CASADEI: “Decimo all’Ironman 70.3 di Miami! Non certo il risultato per il quale ero partito questa mattina, ma ancora una volta il vento mi ha prosciugato lentamente. Così, dopo un bel nuoto e dopo esser passato in terza posizione al giro di boa dei 45 km (prevalentemente tutti controvento!), ho perso i primissimi quando c’era da spingere il rapportone con il vento a favore. Così ho vagato solitario per la Florida quasi tutto il ritorno… e quando s’è trattato di correre le gambe proprio non ne volevano sapere. A quel punto ho guadagnato e difeso il 10° posto, perché una top 10 è pur sempre un risultato dignitoso! Alla fine ho pure scoperto di aver forato (ancora!) la lenticolare ma per fortuna questa volta il liquido dentro il tubolare mi ha regalato qualche atmosfera d’aria. Certo… tutto aiuta a stancarsi! Complimenti ai miei compagni di viaggio: Massimo Cigana, Ivone Favaretto e Alessandro Campello. Menzione e ringraziamento speciale a Nicola Nisato per il tifo e per rendere il soggiorno a Miami qualcosa di unico.”

CLASSIFICA
TUTTI I RISULTATI

About The Author

daddo

Dario 'daddo' Nardone, triatleta, speaker, giornalista e mental coach entusiasta e appassionato, l’endurance scorre nelle sue vene e fa parte della sua vita, sportiva e lavorativa, dal 1995. Pronto con il pettorale, con il microfono o dietro il suo portatile, sui campi gara in Italia e in giro per il mondo. Desiderio, Decisione, Dedizione… Fino in fondo #daddocè! #ioTRIamo

Rispondi

Archivi

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: