Select Page

Raelert e Spirig dominano l’Ironman 70.3 Switzerland, 97 azzurri finisher

A Rapperswil-Jona, sul lago di Zurigo, è andato in scena l’ormai classico Powerbar Ironman 70.3 Switzerland, gara sulle canoniche distanze del triathlon 113 (1.9-90-21.1K).

La gara ha salutato i netti successi del tedesco Michael Raelert e della svizzera Nicola Spirig. Raelert ha fatto una gara di testa, piazzando split da record in tutte e tre le frazioni, con una mezza finale corsa in 1:12:02 che non ha dato possibilità di rimonta a nessuno.

Sul podio con lui sono saliti due belgi, in grande spolvero nella mezza maratona, ma usciti troppo attardati dall’acqua per pensare di fare qualcosa di più: 2^ piazza per Bart Aernouts, a quasi 7′ dal vincitore, terzo Bruno Clerbout. A seguire Faure, Tissink, Stein, Ackermann, Viennot, Kung e Salvisberg.

Spirig, dopo la splendida vittoria all’ITU World Triathlon Series Madrid, non dà scampo alle sue avversarie, con una gara solida e da vera campionessa. Nulla da fare per l’altra ironwoman rossocrociata Caroline Steffen, che giunge a poco più di 3′; a chiudere il podio la neozelandese Gina Crawford.

Nella top ten anche Beranek, Rohrbach, Brandli, Csomor, Wutti, Scharer, Dietrich.

Sono stati 97 gli Age Group azzurri al traguardo; il più veloce tra gli uomini è stato Roland Osele, che ha chiuso in 4:25:41, al sesto posto della sua categoria; tra le donne invece, la prima al traguardo delle nostre è stata Alessia Ligugnana, dell’Harbour Club Milano, in 5:30:27.

CLASSIFICA

About The Author

daddo

Dario 'daddo' Nardone, triatleta, speaker, giornalista e mental coach entusiasta e appassionato, l’endurance scorre nelle sue vene e fa parte della sua vita, sportiva e lavorativa, dal 1995. Pronto con il pettorale, con il microfono o dietro il suo portatile, sui campi gara in Italia e in giro per il mondo. Desiderio, Decisione, Dedizione… Fino in fondo #daddocè! #ioTRIamo

Rispondi

Archivi

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: