Select Page

Ironman France ai belgi Van Lierde e Deckers, Martina Dogana 5^, 104 azzurri AG finisher con 3 medaglie

Domenica 24 giugno, l’Ironman France ha salutato i successi di due triatleti del Belgio, Frederik Van Lierde, che bissa il successo del 2011, e Tine Deckers, arrivata al suo terzo sigillo a Nizza.

In campo maschile, assenti per infortunio Hervé Faure e Marcel Zamora (pentacampione) e per l’affaire USADA Lance Armstrong, la gara è stata dominata dall’inizio alla fine da Frederik Van Lierde, che si è imposto facendo segnare il nuovo record della frazione bike e il nuovo record della manifestazione, chiusa in 8:21:50.

Alle sue spalle un po’ d’Italia, grazie a due fuoriclasse tesserati per il Peperoncino Team: secondo posto per il britannico Paul Amey (3° all’Ironman 70.3 Italy), terzo per il francese Francois Chabaud. Ai piedi del podio ancora belgio con Bruno Clerbout.

Tra le donne, Deckers ha schiantato le sue avversarie, infliggendo alla neozelandese Gina Crawford un distacco di oltre 10′ e facendo segnare anche lei la nuova migliore prestazione dell’Ironman France (9:16:05). Bravissima peraltro la kiwi a cogliere l’argento 11 mesi dopo la sua gravidanza.

Con una maratona corsa in 3:00:29, la tedesca Kristin Moeller, recente vincitrice proprio grazie alla corsa finale dell’Ironman 70.3 Italy, è risalita fino alla terza posizione.

Al quarto posto si è piazzata l’ucraina Tamara Kozulina, mentre al quinto è arrivata la nostra portacolori Martina Dogana: uscita quarta dall’acqua, “ironMarty” ha pagato nella frazione ciclistica un distacco che non le ha permesso di rientrare a podio, nonostante la solita bella rimonta nei 42K finali. Di seguito la sua dichiarazione al termine della gara.

“Si è svolta ieri l’ottava edizione delll’Ironman France a Nizza, gara che ho disputato per la quinta volta. Dopo un avvio non proprio brillante sono riuscita a reagire e a tirare fuori energie che pensavo di non avere più e a tagliare il traguardo in quinta posizione dietro a grandissime campionesse come Tine Deker, Gina Crawford, Kristine Moller e Tamara Kozulina. Questo quinto posto per me vale molto di più perchè arriva in un periodo difficile e mi ha regalato emozioni forti. Devo ringraziare tante persone, quelle che mi sono state più vicine nelle ultime settimane accompagnandomi negli allenamenti e consigliandomi allo sesso tempo di riposare, quelle che mi hanno seguito da casa, ma soprattutto quelle che mi hanno tifato a bordo strada. E ovviamente i miei sponsor che continuano a sostenermi e mi rinnovano la fiducia ogni giorno che passa!”

Sono stati in tutto 104 gli Age Group che hanno tagliato il traguardo. Si sono messi in evidenza nelle varie categorie Maria Cristina Colombara, medaglia d’argento tra le F45-49; Simone Forlani, 8° M35-39 e il piu veloce azzurro AG; Gianpaolo Pagella, 5° M55-59; e Gian Marco Tironi e Claudio Panichi, rispettivamente al 1° e 2° posto tra gli M60-64.
Nel link CLASSIFICA i risultati completi.

CLASSIFICA

About The Author

daddo

Dario 'daddo' Nardone, triatleta, speaker, giornalista e mental coach entusiasta e appassionato, l’endurance scorre nelle sue vene e fa parte della sua vita, sportiva e lavorativa, dal 1995. Pronto con il pettorale, con il microfono o dietro il suo portatile, sui campi gara in Italia e in giro per il mondo. Desiderio, Decisione, Dedizione… Fino in fondo #daddocè! #ioTRIamo

Rispondi

Archivi

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: