Select Page

Tanto azzurro a Quarteira: Fabian 5°, Petrini 8^, Steindwandter 1° junior

In Portogallo si è disputato sabato 31 marzo un importante appuntamento ITU di Coppa Europa di triathlon. Sulla distanza olimpica, alla gara d’esordio internazionale del 2012 Alessandro Fabian si piazza al 5° posto assoluto (più sotto il racconto della sua gara).

La gara ha visto in campo maschile la doppietta francese con Aurélien Raphael (che in Italia difende i colori del Peperoncino Team) davanti a Pierre Le Corre e allo spagnolo Fernando Alarza.

Gli altri azzurri, Alberto Casadei, Andrea Secchiero e Luca Facchinetti, si sono piazzati rispettivamente al 20°, 27° e 30° posto.

La prima frazione – spiega Fabian – si è svolta nell’oceano, le correnti son sempre molto forti, e proprio per questo è diventata una frazione molto selettiva. Siamo usciti dall’acqua in un gruppo di 15 atleti, con un margine di 10 secondi circa. Prese le bici, abbiamo iniziato a tirare a cambi regolari tutti assieme, per cercare di accumulare ancor più distacco, e così è stato. Siamo riusciti ad acquisire una cinquantina di secondi, poi a metà del secondo giro, è uscita una fuga di tre atleti: Raphael, Pujades e Vasilev. Abbiamo provato a riprenderli, ma i tre tiravano di comune accordo e così siamo arrivati in T2 con 1′ di distacco. Ci siamo cambiati le scarpe e siam partiti di corsa, non son partito subito a tutta, ma in progressione proprio per cercare di dosare al meglio le energie. Verso gli ultimi chilometri son riuscito a rimontare alcune posizioni, piazzandomi quinto. Un esordio così positivo non l’avevo mai avuto, il risultato sicuramente conta molto, ma sono soprattutto soddisfatto delle sensazioni che ho avuto in gara. Quelle che danno ancora più motivazione per riuscire a portare a termine l’obiettivo primario di questa stagione: le Olimpiadi di Londra.

In campo femminile, successo spagnolo con Ainhoa Murua che ha preceduto l’irlandese Aileen Morrison e la francese Carole Peon; ottavo posto conquistato dalla nostra Elena Petrini, 20 anni.

Le altre azzurre si sono piazzate al 12° posto, Daniela Chmet, e 27°, Gaia Peron, coinvolta in una caduta nella frazione bike. Ritiro per Anna Maria Mazzetti, uscita attardata dal nuoto e poi costretta a fermarsi nella frazione podistica per un problema muscolare.

Nella gara Junior disputatasi il giorno dopo, il 1° aprile, bella affermazione di Matthias Steinwandter, con il 7° posto di Dario Chitti e il 9° di Riccardo De Palma.

CLASSIFICA

CLASSIFICA JUNIOR

www.triathlon.org

About The Author

daddo

Dario 'daddo' Nardone, triatleta, speaker, giornalista e mental coach entusiasta e appassionato, l’endurance scorre nelle sue vene e fa parte della sua vita, sportiva e lavorativa, dal 1995. Pronto con il pettorale, con il microfono o dietro il suo portatile, sui campi gara in Italia e in giro per il mondo. Desiderio, Decisione, Dedizione… Fino in fondo #daddocè! #ioTRIamo

Rispondi

Archivi

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: