Select Page

Laurent Vidal vince la prima di World Cup a Mooloolaba

Si è disputata sabato 24 marzo la prova maschile della prima tappa di ITU World Cup triathlon a Mooloolaba (Australia). Gara tiratissima con grandi interpreti al via, che si è risolta in uno sprint negli ultimi 400 metri.

L’ha spuntata il francese Laurent Vidal davanti all’australiano Brad Kahlefeldt e all’altro transalpino David Hauss, ai piedi del podio lo spagnolo Mario Mola.

Per lui si tratta della prima vittoria in Coppamondo e puntuale è arrivata la dedica, ai cittadini di Christchurch, in Nuova Zelanda: Vidal vive lì da un anno con la sua compagna, la triatleta kiwi Andrea Hewitt, che sarà in gara domani e che cercherà di imitare il fidanzato.

Lontani dai primi sono arrivati due campioni del calibro di Courtney Atkinson e Ivan Rana, al 33° e 34° posto, mentre l’iridato Ironman Chris McCormack, influenzato, si è ritirato dopo essere sceso nel primo gruppo in T2.

Due gli azzurri in gara, Davide Uccellari ha conquistato il 18° posto, mentre Daniel Hofer è stato costretto al ritiro, di seguito le loro dichiarazioni.

Davide Uccellari: “Prima World Cup della stagione, 18°, molto soddisfatto! Livello stellare e gara durissima, ho sofferto tanto… Peccato un po’ di crampi nella frazione di corsa, ma ora testa e concentrazione sui prossimi obbiettivi“.
Daniel Hofer: “Esordio in Coppa del Mondo a Mooloolaba! Mi sono svegliato con la febbre, ho deciso di gareggiare ugualmente e… caduto in bici! Forse non era giornata, ma gli applausi e le incitazioni dopo la caduta per i 200 metri fatti a piedi, bici a mano, hanno fatto bene! C’è un altra cultura sportiva in questo paese. Speriamo la prossima volta ci sia anche un po’ più di fortuna…“.

C’erano anche quattro “argentini d’Italia” al via: benissimo ha fatto il “tigrotto” Gonzalo Tellechea che ha conquistato il 13° posto; al 21° è arrivato Luciano Taccone, in grande spolvero nelle ultime uscite, mentre più dietro sono arrivati Luciano Farias (36°) e Rodrigo Nogueras (48°).

CLASSIFICA

About The Author

daddo

Dario 'daddo' Nardone, triatleta, speaker, giornalista e mental coach entusiasta e appassionato, l’endurance scorre nelle sue vene e fa parte della sua vita, sportiva e lavorativa, dal 1995. Pronto con il pettorale, con il microfono o dietro il suo portatile, sui campi gara in Italia e in giro per il mondo. Desiderio, Decisione, Dedizione… Fino in fondo #daddocè! #ioTRIamo

Rispondi

Archivi

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: