Select Page

Ad Abu Dhabi vincono Henning, Butterfield e il nostro Mazzetta

Lo spettacolare Abu Dhabi International Triathlon si è disputato sabato 3 marzo e ha visto più di 1.800 triatleti partecipare alle diverse gare in programma.

L’evento clou era il triathlon lungo sulle distanze di 3 km di nuoto, 200 km di bici e 20 km di corsa, con in palio per gli Elite un montepremi complessivi di 250.000 dollari.

La gara è stata vinta in campo maschile dal danese Rasmus Henning che è riuscito a sopravanzare nel finale il beniaminmo locale, il “tedesco d’Arabia” Faris Al-Sultan, portacolori dell’Abu Dhabi Triathlon Team. Sul podio è salito anche lo spagnolo Eneko Llanos, che si era già aggiudicato la prova.

A seguire un altro tedesco, Andreas Boecherer, quindi in quinta posizione il vincitore 2011, il belga Frederik Van Lierde. Solo ottavo l’australiano Paul Ambrose, uscito primo da T2.

Tra le donne, netto il successo dell’australiana Nikki Butterfield che in bici vola e recupera il gap accumulato a nuoto dalle britanniche Swallow, Joyce e Libdury e dalla svizzera Steffen; l’aussie poi consolida la sua leadership con il terzo tempo a piedi e chiudi 22″ sopra le 7 ore.

Alle spalle di Butterfield si piazza la canadese Angela Naeth, anche lei capace di andare sotto il muro delle 5 ore in bici; la svizzera Caroline Steffen chiude il podio.

Niente da fare per l’altra australiana Melissa Rollison, quarta dopo una bella rimonta a piedi, né per Rachel Joyce, che ha corso i 20 km finali in 1:11:56, miglior split di giornata, ma che si è dovuta accontentare del quinto posto.

Oltre alla gara lunga, in programma anche un “olimpico” e uno “sprint”, su distanze atipiche: nell’olympic (1.5-100-10K) bella vittoria dell’azzurro del Peperoncino Team Gabriele Mazzetta, con altri 18 italiani al traguardo. Nello sprint (0.750-50-5K), hanno completato la prova altri due connazionali.

FOTOGALLERY

 

httpv://www.youtube.com/watch?v=Jta9vLXPWX8

httpv://www.youtube.com/watch?v=PyyGYgGgpzE

 

www.abudhabitriathlon.com

 

CLASSIFICA
(completa qui)

Uomini
1 Rasmus Henning (DEN) 6:21:44 (36:31/4:34:10/1:06:13)
2 Faris Al-Sultan (GER) 6:22:11 (36:40/4:30:34/1:10:31)
3 Eneko Llanos (ESP) 6:22:42 (36:42/4:34:32/1:07:09)
4 Andreas Boecherer (GER) 6:24:38 (36:40/4:34:24/1:08:57)
5 Frederik Van Lierde (BEL) 6:25:12 (36:39/4:34:58/1:09:32)
6 Dirk Bockel (LUX) 6:27:11 (36:33/4:34:59/1:11:38)
7 Luke Bell (AUS) 6:28:16 (36:41/4:34:56/1:12:23)
8 Paul Ambrose (AUS) 6:31:15 (36:39/4:29:18/1:20:24)
9 Fraser Cartmell (GBR) 6:31:53 (36:38/4:34:52/1:16:19)
10 Clayton Fettell (AUS) 6:32:21 (35:39/4:35:43/1:16:37)

Donne
1 Nikki Butterfield (AUS) 7:00:22 (44:43/4:55:47/1:15:33)
2 Angela Naeth (CAN) 7:03:00 (44:02/4:58:24/1:16:14)
3 Caroline Steffen (SUI) 7:04:29 (41:03/5:02:30/1:16:29)
4 Melissa Rollison (AUS) 7:05:00 (44:45/5:01:35/1:14:16)
5 Rachel Joyce (GBR) 7:06:25 (41:02/5:08:57/1:11:56)
6 Jodie Swallow (GBR) 7:10:29 (38:53/5:07:52/1:19:25)
7 Emma Kate Lidbury (GBR) 7:19:35 (41:01/5:08:49/1:25:01)
8 Eva Nystrom (SWE) 7:26:24 (48:22/5:10:34/1:22:16)
9 Christie Sym (AUS) 7:27:10 (44:42/5:17:37/1:20:28)
10 Diana Riesler (GER) 7:27:46 (48:23/5:15:54/1:18:19)

 

ITALIANI OLYMPIC (19)
1 Gabriele Mazzetta ITA 3:29:13 –
2 Martin Kleinl AUT 3:29:34 0:22
3 Robert Brundish GBR 3:31:11 1:59
49 Michele Birti ITA 3:57:14 28:01
56 Angelo Baldassarretti ITA 3:58:45 29:32
61 Fabio Fabbri ITA 4:00:31 31:18
62 Vittorio Pontieri ITA 4:00:31 31:18
64 Filippo Sensoli ITA 4:00:57 31:44
74 Maurizio Garino ITA 4:03:31 34:19
100 Stefano Rossi ITA 4:08:17 39:04
102 Cristiano Todaro ITA 4:08:29 39:16
125 Curioni Fulvio ITA 4:12:00 42:48
156 Gazzo Benito ITA 4:18:46 49:33
205 Giovanni Domenichini ITA 4:25:13 56:00
207 Stefano Landriani ITA 4:25:19 56:07
223 Oscar Gino Gagini ITA 4:27:41 58:29
274 Marcello Cattaneo ITA 4:34:32 1:05:19
343 Ettore Mazzilli ITA 4:45:30 1:16:17
367 Markus Stocker ITA 4:50:28 1:21:16
426 Nicola Ancarani ITA 5:05:49 1:36:36
455 Gabriele Pacchiega ITA 5:16:14 1:47:01

 

ITALIANI SPRINT (2)
56 Giuseppe Marino ITA 2:07:30 41:33
85 Alessandro Luciano ITA 2:13:52 47:56

About The Author

daddo

Dario 'daddo' Nardone, triatleta, speaker, giornalista e mental coach entusiasta e appassionato, l’endurance scorre nelle sue vene e fa parte della sua vita, sportiva e lavorativa, dal 1995. Pronto con il pettorale, con il microfono o dietro il suo portatile, sui campi gara in Italia e in giro per il mondo. Desiderio, Decisione, Dedizione… Fino in fondo #daddocè! #ioTRIamo

Rispondi

Archivi

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: