Select Page

Triatleti vincenti anche alla Vertical City Race Torino

La versatilità dei triatleti è proverbiale. Anche domenica scorsa a Torino, in occasione della seconda edizione della Vertical City Race, se ne avuta una prova lampante.

Le prime tre squadre maschili erano composte interamente da atleti di società affiliate alla Fitri e la prima squadra femminile la “EME” annoverava Eleonora Sandri, promessa Junior e Campionessa Italiana a Squadre 2001.

L’evento, ottimamente organizzato per il secondo anno consecutivo dai ragazzi del Vertical Life Team, prevedeva una serie di prove multidisciplinari da svolgersi a squadre di 3 elementi ciascuna.

Partenza alle ore 9.00 da piazza Castello e corsa in salita fino al Colle della Maddalena (Parco della Rimembranza); su e giù per 17 km, nessuna pausa e, recuperata la MTB ai Giardini Ginzburg sulle rive del Po, nuovo saliscendi fino a Superga con una discesa tecnica e infangata dal recente nubifragio di sabato.

Ritornati in zona cambio il cronometro veniva fermato e iniziava una prova diversa per ciascun componente: arrampicata sportiva su parete artificiale, tratto in kajak o percorso di andata e ritorno con carrucola lungo la fune tesa sul fiume dai Ginzburg a piazza Vittorio Veneto.

Terminate le tre prove il team si ritrovava in piazza Castello e il cronometro veniva fatto ripartire per una prova di orienteering fra vie del centro storico torinese.

Grande soddisfazione per le 32 squadre al traguardo e ancor di più per i vincitori “X-Terra Team” Matteo Marchisio (Cus Torino Triathlon), Francesco Dutto e Gabriele Vergano (entrambi Peperoncino Triathlon).

La Torino Triathlon ha invece piazzato due squadre sui gradini più bassi del podio con Matteo Bonifacio, Andrea Vellano e Max Malano secondi, mentre terzi sono giunti Michele Millesimo, Andrea Gabba e Federico Borio.

A vincere la classifica femminile con la sopracitata Eleonora anche Elena Andreasi e Manuela Pagano.

All’arrivo delle squadre gradita la presenza del presidente federale Fitri, Renato Bertrandi, che si è dichiarato entusiasta dell’innovativa formula multidisciplinare.

www.torinotriathlon.it

About The Author

daddo

Dario 'daddo' Nardone, triatleta, speaker, giornalista e mental coach entusiasta e appassionato, l’endurance scorre nelle sue vene e fa parte della sua vita, sportiva e lavorativa, dal 1995. Pronto con il pettorale, con il microfono o dietro il suo portatile, sui campi gara in Italia e in giro per il mondo. Desiderio, Decisione, Dedizione… Fino in fondo #daddocè! #ioTRIamo

Rispondi

Archivi

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: