Select Page

Alessandro Fabian protagonista a Losanna, il suo commento

Sabato 20 e domenica 21 agosto si sono corse le gare individuali maschili e femminili e la gara a squadre, mettendo in palio i rispettivi titoli di Campionato del Mondo di triathlon sprint.

L’individuale era molto importante per tutti gli atleti perché, oltre ad assegnare il titolo di Campionato del Mondo, dava punti anche per la classifica generale del circuito di World Championship Series.

La gara è partita all’insegna di una prima frazione nuotata ai massimi livelli, dove il gruppo copriva i 750 metri in 9’ e 12’’, Alessandro Fabian esce quarto dall’acqua e secondo dalla T1.

Al comando si forma un gruppo di circa dodici atleti, subito dietro a 20″ un altro gruppetto e ancora più indietro il gruppo a circa 40″. Nel corso dei 20 km i primi due plotoncini si ricompattano arrivando in T2 con un buon vantaggio dal gruppo.

L’alfiere dei Carabinieri entra ed esce dalla zona cambio (T2) per primo e lotta, coi grandi, nella frazione di corsa strappando all’arrivo un 13 posto.

Buona gara – Commenta Fabian –. Non sono ancora al top, devo lavorare ancora molto, ma visti i risultati direi che siamo sulla buona strada. E’ stata una gara spettacolare ma soprattutto dura, corsa col coltello tra i denti. Nel nuoto è andato tutto liscio, in bici invece ho un po’ sofferto, stiamo ancora affinando con lavori specifici, mentre nella corsa mi sono sbloccato man mano che passavano i chilometri e alla fine ho tagliato il traguardo per tredicesimo. Ora mi aspetta altro lavoro per preparare al meglio la finale di WCS a Pechino il 10 settembre.

Domenica 21 agosto, si è corsa la gara a squadre. L’Italia, con Annamaria Mazzetti, Daniel Hofer, Charlotte Bonin e Alessandro Fabian, taglia il traguardo in 12^ posizione su trentacinque squadre partecipanti.

Nel week end prossimo Alessandro sarà impegnato in una gara di Grand Prix in Francia e più precisamente a Tours.

REPORT GARA INDIVIDUALE

REPORT GARA A SQUADRE

Fonte: comunicato stampa Fabian

About The Author

daddo

Dario 'daddo' Nardone, triatleta, speaker, giornalista e mental coach entusiasta e appassionato, l’endurance scorre nelle sue vene e fa parte della sua vita, sportiva e lavorativa, dal 1995. Pronto con il pettorale, con il microfono o dietro il suo portatile, sui campi gara in Italia e in giro per il mondo. Desiderio, Decisione, Dedizione… Fino in fondo #daddocè! #ioTRIamo

Archivi

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: