Select Page

Challenge Roth: 10° compleanno con Wellington, Raelert e 36 italiani

Domenica 10 luglio il Challenge Roth spegnerà la sua decima candelina. La gara tedesca è il triathlon 226, iron distance, più longevo del Vecchio Continente: per tanti anni denominato Ironman Europe, ha poi voltato pagina e ora Challenge è anche una serie di triathlon 113 e 226 che conta in tutto 13 eventi in tutto il mondo.

Tornando alla culla dell’iron distance in Europa, Challenge Roth è il triathlon 226 più partecipato al mondo: al via infatti ci saranno 5.250 atleti (3.300 individualie 640 team che parteciperanno con la formula a staffetta) provenienti da 60 nazioni (partiranno in 14 batterie).

Al via domenica ci saranno alcuni tra i più grandi ironman al mondo: in campo maschile, sfida tutta tedesca tra l’argento mondiale Andreas Raelert, autore di una splendida sfida alle Hawaii 2010 con l’iridato Chris McCormack e vincitore dell’Ironman Frankfurt 2010; e il giovane talento Sebastian Kienle, in costante crescita e capace di performance incredibili, secondo a Roth nella passata stagione al debutto sulla distanza e secondo ache al Challenge Kraichgau di inizio giugno, proprio alle spalle di Raelert; proverà a dire la sua per tentare il colpaccio anche il sudafricano James Cunnama.

In ballo c’è anche il tentativo di record della gara, quell’incredibile 7:50:27 fatto segnare da Luc van Lierde nel 1997 che è stato peraltro battuto dall’ancora più eclatante 7:45:58 di un altro ironman belga, Marino Vanhoenacker, all’Ironman Austria della scorsa settimana.

E continuiamo a parlare di record spostandoci alla gara femminile che vede come assoluta e attesissima protagonista la britannica Chrissie Wellington, due volte iridata alle Hawaii e due volte vincitrice a Roth, nel 2010 nello stratosferico tempo di 8:19:13 che le valse anche la settima posizione assoluta!

“Mi sento forte, in forma e amo questa corsa – ha dichiarato Chrissie -. Il mio obiettivo è vincere e vincere col sorriso, sperando anche di poterlo fare con un crono importante. Certo, dipenderà molto anche dalle condizioni del tempo, ma mi sento in condizione per chiudere in un tempo molto veloce.”

Le altre big al via sono l’australiana Rebekah Keat, vincitrice recentemente del Challege Cairns e 2^ dietro Wellington a Roth 2010; l’altra aussie Belinda Granger, alla sua ottava partecipazione al festival tedesco; e la nuova stella teutonica Julia Wagner.

Di seguito la starting list dei 36 italiani al via, più sotto il video che celebra il decennale del Challenge Roth.

STARTING LIST COMPLETA

ITALIANI CHALLENGE ROTH (36)
CIACCIA Filippo 1773
RABENSTEINER Alexander 1942
DE ZOTTIS Fabio 1281
ISOLA Riccardo 2224
ENDRIZZI Mario 2188
WINKLER Franz 2033
FUMAGALLI Gaspare 2340
BELLOSSI Massimo 2163
REGGIO Domenico 2370
MURRU Ivo 1919
GIURIATO Andrea 2961
MAURO Satta 346
ENRICO Tabalappi 2046
CAPPELLINI Adelaide 549
SUTTI Valerio Costantino 2300
ZARDINI Nicola 2791
COGLIATI Gianluca 272
BORGHESANI Luciano 1503
GALLITOGNOTTA Luca 1807
FRANZONI Massimo 2537
RISCASSI Paolo 1956
FORTINI Filippo 1802
OROPALLO Stefano 2342
POTALIVO Giuseppe 1939
GRANATA Cesare 427
DAPOZ Franz 1277
MAYR Eva 601
TOGNACCI Andrea 1706
SCHUEN Davide 1441
MARCHISIO Francesco 306
VALERIO Luca 1216
SANTORO Gianpiero 1432
GEREMIA Stefano 1305
VACONDIO Paolo 1097
COTTI Carlo 1273
ARISI Gianluca 2802

httpv://www.youtube.com/watch?v=xZNBCyaidZE

About The Author

daddo

Dario 'daddo' Nardone, triatleta, speaker, giornalista e mental coach entusiasta e appassionato, l’endurance scorre nelle sue vene e fa parte della sua vita, sportiva e lavorativa, dal 1995. Pronto con il pettorale, con il microfono o dietro il suo portatile, sui campi gara in Italia e in giro per il mondo. Desiderio, Decisione, Dedizione… Fino in fondo #daddocè! #ioTRIamo

Rispondi

Archivi

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: