Select Page

Ancora Brownlee e Findlay al triathlon ITU WCS di Kitzbuhel, Fabian 14°, Betto 29^, Macca out

Sabato e domenica 18 e 19 giugno a Kitzbuhel (Austria) si è svolta la terza tappa del Dextro Energy Triathlon ITU World Championship Series. Vento e pioggia nella gara maschile di sabato, vinta ancora dal britannico Alistair Brownlee, 23 anni, al secondo successo consecutivo dopo quello ottenuto a inizio giugno a Madrid.

Assente suo fratello Jonathan, così come lo spagnolo Javier Gomez, entrambi pronti settimana prossima per gli Europei di Pontevedra, in Spagna, Brownlee ha dominato, uscendo davanti dopo i 1.500 metri in acqua (temperatura 17° C), scappando via negli ultimi 3 degli 8 giri in programma insieme a Stuart Hayes e Reinaldo Colucci e arrivando in T2 con 30″ sul gruppone di circa 50 inseguitori.

A piedi poi Brownlee ha fatto facilmente il vuoto, andando a trionfare solitario; il nuovo leader del ranking di ITU WCS, che aveva vinto già in Austria nel 2009, piazzandosi invece 40° nel 2010, ha dichiarato al termine della gara: “I looked at the sport and I thought I want to be a kind of athlete who can win in any condition on any day, on any course, independent of how the race goes, and I think that’s what I’m trying to do at the moment. I raced hard out of the swim today, I managed to get away at the end of the bike, and then had a good run today too, so it’s great winning in every situation.”

Per il podio, la seconda posizione è stata conquistata dal russo Alexander Brukhankov che ha preceduto lo svizzero Sven Riederer; ai piedi del podio il britannico William Clarke e l’australiano Brad Kahlefedlt. Top ten centrata anche dall’inossidabile campione neozelandese Bevan Docherty, con due medaglie olimpiche al collo (Atene e Pechino).

Ritorno alle gare ITU dopo 14 anni per Chris McCormack, campione in carica Ironman che ha dichiarato di voler centrare la qualifica per i Giochi Olimpici di Londra 2012; opaca la sua prova, Macca è uscito tra gli ultimi dall’acqua e poi è stato costretto a fermarsi perché fuori dai “cancelli”, così come Simon Whitfield, Courtney Atkinson e Steffen Justus.

Brownlee è dunque primo nel 2011 Dextro Energy Triathlon Series rankings dopo 3 rounds con 1690 punti davanti proprio a Brukhankov con 1663; terzo Javier Gomez, quarto Jonathan Brownlee, quinto Sven Riederer.

Alessandro Fabian era l’unico triatleta italiano in gara nella prova maschile: nella frazione di nuoto, il carabiniere padovano si è difeso bene uscendo dall’acqua terzo assoluto.

Inforcate le bici, dopo un primo giro molto nervoso il gruppo si ricompatta e resta tale fino ad un giro dalla conclusione della frazione, quando Colucci, Hayes e Brownlee attaccano entrando in zona cambio con 35 secondi di vantaggio.

Hayes e Colucci vengono riassorbiti dal gruppo in corsa, Brownlee invece si invola al traguardo e vince mentre Fabian conclude la frazione di corsa con un ritardo di 1′ e 20” dal primo.

“E’ stata una gara molto dura” – commenta il carabiniere Padovano – “soprattutto per la pioggia che ci ha accompagnato da metà gara in poi. Il quattordicesimo di oggi conta molto anche più del tredicesimo fatto fatto due settimane fa a Madrid, sicuramente non per la posizione in cui sono arrivato ma per come l’ho ottenuto. Solitamente i piazzamenti migliori li ho sempre ottenuti andando in fuga in bici, oggi invece, son riuscito a piazzarmi bene grazie alla frazione di corsa. Questo mi fa ben sperare per il prossimo appuntamento importante ovvero il Campionato Europeo assoluto che si svolgerà a Pontevedra sabato 25 giugno”.

Domenica, in campo femminile c’è stata l’attesa tripletta della stella canadese Paula Findlay, vera e propria leader del movimento del triathlon rosa. La 22enne nordamericana ha centrato la sua quinta vittoria in ITU WCS, la terza del 2011, diventando la triatleta più vincente di sempre del circuito.

Ma non è stato così semplice per lei in Austria: dopo essere uscita a 1′ dalle prime nel nuoto, Helen Jenkins e Sarah Haskins, è riuscita a rientrare nel gruppo delle leader, formato da una ventina di triatlete, che hanno ripreso le due battistrada al termine del quarto giro in bici.

Scese tutte insieme per i 10 km finali, la gara si è svolta sulla falsariga di quello che è successo a Madrid due settimane fa, con un testa a testa fino agli ultimi 200 metri finali tra Findlay e Jenkins, con la prima a spuntarla di pochi metri nello sprint finale.

Terza piazza per la statunitense Sarah Groff che ha costretto ai piedi del podio la campionessa mondiale, l’australiana Emma Moffatt; quinta piazza per la cilena Barbara Riveros Diaz.

E proprio Riveros è al secondo posto del ranking generale, con 1.912 punti, alle spalle della leader Findlay con altri 800 punti per un totale di 2.400; terza Andrea Hewitt, 11^ a Kitzbuhel, quindi Laura Bennett e Jenkins.

Per quanto riguarda le azzurre, all’esordio in ITU WCS, Alice Betto è stata la più veloce e si è piazzata al 29° posto, dopo aver nuotato e pedalato con le più forti; 44^ Anna Maria Mazzetti, che ha accumulato oltre 1′ di distacco dalle più veloci in acqua e ha perso ulteriore terreno in bici, per poi rimontare diverse posizioni a piedi; infine Charlotte Bonin, che ha chiuso al 50° posto.

VIDEO GARA FEMMINILE

VIDEO GARA MASCHILE

VIDEO DELL’INTERVISTA PRE GARA DI MACCA

FOTOGALLERY

CLASSIFICA
(completa qui)
Uomini
1 Alistair Brownlee GBR 01:51:54 00:17:18 00:00:58 01:02:14 00:00:24 00:31:01
2 Alexander Brukhankov RUS 01:52:38 00:17:23 00:00:57 01:02:46 00:00:28 00:31:06
3 Sven Riederer SUI 01:52:59 00:17:31 00:01:01 01:02:33 00:00:27 00:31:29
4 William Clarke GBR 01:53:08 00:17:38 00:00:59 01:02:33 00:00:24 00:31:37
5 Brad Kahlefeldt AUS 01:53:10 00:17:29 00:00:55 01:02:40 00:00:21 00:31:47
6 Laurent Vidal FRA 01:53:13 00:17:35 00:01:01 01:02:30 00:00:24 00:31:45
7 Vladimir Turbaevskiy RUS 01:53:17 00:17:35 00:01:03 01:02:29 00:00:27 00:31:45
8 Dmitry Polyansky RUS 01:53:20 00:17:27 00:00:53 01:02:54 00:00:24 00:31:44
9 Vincent Luis FRA 01:53:23 00:17:24 00:00:55 01:02:49 00:00:26 00:31:52
10 Bevan Docherty NZL 01:53:26 00:00:00 00:00:00 00:00:00 00:00:25 00:31:55
11 Mario Mola ESP 01:53:29 00:17:40 00:00:54 01:02:39 00:00:34 00:31:44
12 Reinaldo Colucci BRA 01:53:37 00:17:39 00:01:01 01:01:54 00:00:27 00:32:37
13 Stuart Hayes GBR 01:53:45 00:17:22 00:01:00 01:02:12 00:00:25 00:32:49
14 Alessandro Fabian ITA 01:53:49 00:17:22 00:00:58 01:02:45 00:00:25 00:32:21
15 David Hauss FRA 01:53:50 00:17:32 00:00:57 01:02:41 00:00:28 00:32:13
16 Yuichi Hosoda JPN 01:53:51 00:17:41 00:01:08 01:02:25 00:00:25 00:32:14
17 David McNamee GBR 01:53:52 00:17:44 00:00:58 01:02:31 00:00:26 00:32:16
18 Clark Ellice NZL 01:53:54 00:00:00 00:00:00 00:00:00 00:00:00 00:00:00
19 Valentin Meshcheryakov RUS 01:53:55 00:17:34 00:00:58 01:02:41 00:00:33 00:32:10
20 Tony Moulai FRA 01:53:56 00:17:45 00:00:58 01:02:27 00:00:25 00:32:22

Donne
1 Paula Findlay CAN 02:05:52 00:19:25 00:00:58 01:10:06 00:00:30 00:34:54
2 Helen Jenkins GBR 02:05:56 00:18:44 00:00:57 01:10:49 00:00:27 00:35:00
3 Sarah Groff USA 02:06:27 00:19:01 00:00:58 01:10:31 00:00:32 00:35:27
4 Emma Moffatt AUS 02:06:31 00:19:00 00:01:01 01:10:30 00:00:35 00:35:27
5 Barbara Riveros Diaz CHI 02:06:41 00:19:23 00:00:53 01:10:12 00:00:26 00:35:49
6 Laura Bennett USA 02:06:44 00:18:55 00:01:02 01:10:36 00:00:28 00:35:46
7 Ai Ueda JPN 02:07:00 00:19:51 00:00:59 01:10:06 00:00:29 00:35:37
8 Erin Densham AUS 02:07:03 00:19:25 00:01:01 01:10:00 00:00:26 00:36:13
9 Svenja Bazlen GER 02:07:10 00:19:10 00:00:59 01:10:21 00:00:25 00:36:17
10 Nicky Samuels NZL 02:07:11 00:19:25 00:00:59 01:10:04 00:00:27 00:36:19
11 Andrea Hewitt NZL 02:07:13 00:19:22 00:00:57 01:10:07 00:00:27 00:36:20
12 Kate McIlroy NZL 02:07:16 00:19:22 00:00:58 01:10:10 00:00:28 00:36:20
13 Zurine Rodriguez ESP 02:07:24 00:19:25 00:00:54 01:10:12 00:00:29 00:36:27
14 Kathrin Muller GER 02:07:33 00:19:20 00:00:57 01:10:09 00:00:27 00:36:42
15 Sarah Haskins USA 02:07:37 00:18:23 00:01:11 01:10:52 00:00:29 00:36:44
16 Melanie Annaheim SUI 02:07:46 00:19:13 00:00:58 01:10:19 00:00:24 00:36:53
17 Ainhoa Murua ESP 02:07:50 00:19:09 00:01:04 01:10:15 00:00:30 00:36:54
18 Lisa Mensink NED 02:07:55 00:19:19 00:00:59 01:10:10 00:00:27 00:37:01
19 Jodie Stimpson GBR 02:08:01 00:19:06 00:00:58 01:10:27 00:00:33 00:36:58
20 Jessica Harrison FRA 02:08:06 00:18:58 00:00:58 01:10:31 00:00:30 00:37:11
29 Alice Betto ITA 02:08:44 00:19:10 00:00:58 01:10:23 00:00:28 00:37:47
44 Anna Maria Mazzetti ITA 02:10:34 00:20:03 00:00:57 01:12:01 00:00:28 00:37:08
50 Charlotte Bonin ITA 02:11:55 00:19:37 00:01:08 01:10:48 00:00:30 00:39:55

About The Author

daddo

Dario 'daddo' Nardone, triatleta, speaker, giornalista e mental coach entusiasta e appassionato, l’endurance scorre nelle sue vene e fa parte della sua vita, sportiva e lavorativa, dal 1995. Pronto con il pettorale, con il microfono o dietro il suo portatile, sui campi gara in Italia e in giro per il mondo. Desiderio, Decisione, Dedizione… Fino in fondo #daddocè! #ioTRIamo

Rispondi

Archivi

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: