Select Page

Ironman 70.3 New Orleans senza nuoto, vincono Dibens e Kienle, Cigana 11°

Le condizioni atmosferiche avverse, con un gran vento che ha reso di fatto impraticabile il campo gara del nuoto, hanno limitato a un bici-corsa (90K+21K) l’Ochsner Ironman 70.3 New Orleans.

I PRO sono partiti come fosse una cronometro, ovvero a 30″ uno dall’altro: il primo a prendere il via tra gli uomini è stato il neozelandese Terenzo Bozzone, mentre tra le donne la prima è stata la kiwi Samantha Warriner.

Nella gara maschile, miglior crono in assoluto per il tedesco Sebastian Kienle, che ha inflitto un distacco di oltre 3′ proprio a Bozzone; terza piazza per il nostro Massimo Cigana, alla ricerca del riscatto dopo la prova opaca di sette giorni fa in Texas, dove si piazzò al 22° posto.

I 21 km finali consolidano la vittoria di Kienle, che va addirittura ad aumentare il suo vantaggio sui diretti inseguitori, anche se il suo è “solo” il 4° tempo nella mezza maratona. Alle sue spalle arrivano il britannico Paul Amey, specialista del duathlon, e l’australiano Paul Matthews; fuori dal podio l’altro aussie Richie Cunningham, 5° Bozzone che a piedi fa segnare il tempo più alto di tutta la top ten (ancora alle prese con un problema al tendine).

Nella top ten arrivano anche Bockel, Zeebroek, Russell, Wurtele e Leto; per 5 secondi resta fuori dai primi 10 Massimo Cigana, che chiude i 21K in un tempo alto, ma inferiore a quello di Bozzone, ma che però paga una transizione bici-corsa di oltre 3′, mentre tutti gli altri impiegano tra il minuto e il minuto e mezzo. Alle sue spalle il belga van Lierde, primo ad Abu Dhabi a inizio marzo.

Nella gara femminile, i favori del pronostico erano per la britannica Julie Dibens che è riuscita a imporsi con oltre 1′ di vantaggio proprio su Warriner. Primo e secondo tempo per loro in bici, a piedi è stato vano il tentativo di rientro dell’olandese Yvonne van Vlerken, seconda, e della statunitense Linsey Corbin, quarta; migliore mezza maratona corsa dalla tedesca Sonja Tajsich, ottava.

Foto: Ironman.com

CLASSIFICA
(completa qui)
Uomini
1 Kienle Sebastian –/1/1 27/MPRO 00:00:00 02:02:18 01:14:26 03:18:08
2 Amey Paul –/10/2 38/MPRO 00:00:00 02:09:29 01:12:17 03:23:08
3 Matthews Paul –/11/3 28/MPRO 00:00:00 02:09:42 01:13:21 03:25:23
4 Cunningham Richie –/7/4 38/MPRO 00:00:00 02:08:56 01:15:12 03:25:54
5 Bozzone Terenzo –/2/5 26/MPRO 00:00:00 02:05:44 01:19:09 03:26:14
6 Bockel Dirk –/9/6 35/MPRO 00:00:00 02:09:29 01:15:36 03:26:22
7 Zeebroek Axel –/4/7 33/MPRO 00:00:00 02:08:10 01:17:17 03:27:15
8 Russell Matthew –/16/8 28/MPRO 00:00:00 02:12:18 01:13:41 03:27:24
9 Wurtele Trevor –/12/9 32/MPRO 00:00:00 02:09:54 01:16:33 03:28:01
10 Leto Kyle –/6/10 25/MPRO 00:00:00 02:08:32 01:18:15 03:28:11
11 Cigana Massimo –/3/11 37/MPRO 00:00:00 02:06:05 01:18:57 03:28:16
Donne
1 Dibens Julie –/1/1 36/FPRO 00:00:00 02:15:16 01:23:21 03:40:15
2 Warriner Samantha –/2/2 40/FPRO 00:00:00 02:16:43 01:23:18 03:41:31
3 Van Vlerken Yvonne –/4/3 33/FPRO 00:00:00 02:20:09 01:22:48 03:44:30
4 Corbin Linsey –/8/4 30/FPRO 00:00:00 02:23:10 01:21:37 03:46:19
5 Deckers Tine –/5/5 33/FPRO 00:00:00 02:20:41 01:23:49 03:46:23
6 Jackson Heather –/3/6 27/FPRO 00:00:00 02:19:37 01:27:31 03:48:32
7 Bromme Uli –/11/7 30/FPRO 00:00:00 02:24:53 01:22:23 03:48:56
8 Tajsich Sonja –/14/8 36/FPRO 00:00:00 02:26:58 01:21:26 03:50:00
9 Goos Sofie –/13/9 31/FPRO 00:00:00 02:26:11 01:23:53 03:52:11
10 Kloner Amy –/10/10 34/FPRO 00:00:00 02:24:24 01:26:47 03:53:09

About The Author

daddo

Dario 'daddo' Nardone, triatleta, speaker, giornalista e mental coach entusiasta e appassionato, l’endurance scorre nelle sue vene e fa parte della sua vita, sportiva e lavorativa, dal 1995. Pronto con il pettorale, con il microfono o dietro il suo portatile, sui campi gara in Italia e in giro per il mondo. Desiderio, Decisione, Dedizione… Fino in fondo #daddocè! #ioTRIamo

Rispondi

Archivi

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: